Orologico Forum 3.0

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - SoloMeccanico

Pagine: [1] 2 3 ... 118
1
Orologi e Co... / Re:Atelier Barcelona
« il: Luglio 08, 2020, 13:13:34 pm »
Altre foto. Un modello come questo dovrebbe costare intorno ai 40.000€.






















2
Orologi e Co... / Re:Atelier Barcelona
« il: Luglio 08, 2020, 13:09:14 pm »
Qualche foto:




















3
Orologi e Co... / Re:Atelier Barcelona
« il: Luglio 08, 2020, 13:02:55 pm »
Io li seguo da un po' e avevo capito che quello era un pezzo unico, 1/1 Non unico in quanto personalizzato.
Hanno fatto anche altro ma mi ricordo dei solo tempo stile Asaoka ai prezzi di Asaoka. Investono molto in comunicazione quello sicuro.
Niente male ma per conto mio sono l'esempio del "a quel prezzo c è altro".
Sono abbastanza d'accordo, sebbene mi sembrino tecnicamente molto bravi.

Certo non lo nego di sicuro e anche la tipologia di orologi mi piace come piace ad altri.
Secondo me sono partiti in quinta con un brand che deve fare prima un po' di gavetta.
Si, credo che sia una giusta osservazione.
Poi c'è da dire che in questo forum siamo abituati troppo bene! Nel senso che a furia di osservare e discutere di orologi dal rapporto qualità/prezzo elevato o elevatissimo si finisce per dimenticare che il mercato del nuovo propone certi pezzi a certi prezzi e che i suddetti pezzi, pur ai suddetti prezzi, vengono comunque venduti con relativa facilità.

4
Orologi e Co... / Re:Galleria di quadranti blu!
« il: Luglio 08, 2020, 12:40:52 pm »
Hublot Classic Fusion




Ho deciso di pubblicare due Hublot colpito dalle foto della discussione "Oggi al polso": osservo gli Hublot da decenni, li ho provati, ma non ho ancora deciso quale sia la versione che mi piace, se quelle "vintage" o queste di oggi.

5
Orologi e Co... / Re:Galleria di quadranti blu!
« il: Luglio 08, 2020, 12:36:22 pm »
Hublot Aero Bang







6
Orologi e Co... / Re:Ophion watches
« il: Luglio 08, 2020, 12:29:13 pm »
Comunque Ophion è spagnola, non ci sono dazi.

Gli ho scritto prima e non mi hanno ancora risposto, tu hai notizie da loro? Perché nelle PR parlano del fondatore spagnolo, dei pezzi svizzeri e tedeschi ma non di dove stiano. Leggendo in giro su altri siti fanno sempre riferimento alla Svizzera, da quello ho supposto che la mancanza del Swiss Made fosse dovuta ai pezzi cinesi e tedeschi.
Comunque è esattamente quello che gli avevo chiesto quindi una risposta ufficiale arriverà alla svelta.
Case:     Germany

Dial:     Germany

Assembly:   Germany

Hands:     Switzerland

Movement: Switzerland

Strap:     Spain

###### Packaging: Spain
Scusa ma perchè ci metti dentro la cina se l'azienda ti elenca la provenienza di tutti materiali che utilizza?
Per alanford: nessuna peracottaggine, sono spagnoli, quindi europei. Fammi capire, le altre case di orologeria pubblicano sui loro siti una visura camerale aggiornata ogni tre mesi?
Alle volte non sapendo a cosa attaccarsi si tirano fuori delle cose assurde.... non è più semplice dire che un pezzo non piace e basta?


Senti amico caro, a me non credo che devi insegnarmi niente ed io non devo attaccarmi a niente, le aziende serie (compresa la mia) sul sito scrivono questo sotto.
Che siano spagnoli lo sento da te che forse sei il loro portavoce ma dovrebbero pubblicarlo così  che lo  possiamo prendere  per buono.
Dopo gli interventi di altri, le tue supposizioni sono state smentite e ti hanno insegnato qualcosa: se fossi meno snob e meno supponente probabilmente avresti evitato questa inutile polemica, che somiglia moltissimo a quelle che si trovano su altri forum dove ci si accapiglia per le annate delle pellicole. E soprassiedo sull'altra misera provocazione.

Tornando all'orologio, il calibro è stato progettato dalla svizzera Technotime, che lo ha poi fornito ad Ophion e ad altri piccoli marchi, quindi è europeo e svizzero a tutti gli effetti, così come, stando alle dichiarazioni del produttore, tutto il resto dei prodotti: qualcosa che non tanti marchi svizzeri (e/o europei) ben più blasonati possono onestamente dichiarare (compresi, purtroppo, alcuni che adoro).

Effettivamente, se non ricordo male, sembra che la Technotime sia fallita e che la parte industriale sia stata acquisita da Soprod.

Tu cerchi veramente rogna e si capisce perchè t'hanno cacciato via da dappertutto!
Io snob?
Io dovrei mandare i soldi in anticipo ad una azienda non scrive sul suo sito la ragione sociale e neanche la sede?
Per me rimangono comunque peracottai a livello amministrativo anche se gli orologi mi piacciono, dalle ricerche è emersa ragione sociale e sede ma su richiesta però!
E' del tutto evidente che non potendo ribattere nel merito ti rifugi ancora una volta negli insulti. Contento tu...


Per il resto, non è stata necessaria nessuna indagine: è bastata una email.

7
In linea di massima sono d'accordo, poi però vedo questo e trovo che i diamanti sul rotore siano quasi perfetti:





8
Orologi e Co... / Re:L’unicità del RO 5402
« il: Luglio 08, 2020, 12:20:18 pm »
se puó essere utile posso farlo, con piacere.
materiale cartaceo dell'opoca ne ho molto dato che, quello "digitale", sembra che sia stato del tutto eliminato dalle nuove e successive gestioni che hanno fatto tabula rasa della memoria di quel periodo.
Per me si. Anche perchè mi permetterebbe di apprezzare meglio modelli che, dal punto di vista estetico, trovo invece perfino imbarazzanti. Scusate l'off topic.

9
Orologi e Co... / Re:Ophion watches
« il: Luglio 08, 2020, 12:15:35 pm »
Comunque Ophion è spagnola, non ci sono dazi.

Gli ho scritto prima e non mi hanno ancora risposto, tu hai notizie da loro? Perché nelle PR parlano del fondatore spagnolo, dei pezzi svizzeri e tedeschi ma non di dove stiano. Leggendo in giro su altri siti fanno sempre riferimento alla Svizzera, da quello ho supposto che la mancanza del Swiss Made fosse dovuta ai pezzi cinesi e tedeschi.
Comunque è esattamente quello che gli avevo chiesto quindi una risposta ufficiale arriverà alla svelta.
Case:     Germany

Dial:     Germany

Assembly:   Germany

Hands:     Switzerland

Movement: Switzerland

Strap:     Spain

###### Packaging: Spain
Scusa ma perchè ci metti dentro la cina se l'azienda ti elenca la provenienza di tutti materiali che utilizza?
Per alanford: nessuna peracottaggine, sono spagnoli, quindi europei. Fammi capire, le altre case di orologeria pubblicano sui loro siti una visura camerale aggiornata ogni tre mesi?
Alle volte non sapendo a cosa attaccarsi si tirano fuori delle cose assurde.... non è più semplice dire che un pezzo non piace e basta?


Senti amico caro, a me non credo che devi insegnarmi niente ed io non devo attaccarmi a niente, le aziende serie (compresa la mia) sul sito scrivono questo sotto.
Che siano spagnoli lo sento da te che forse sei il loro portavoce ma dovrebbero pubblicarlo così  che lo  possiamo prendere  per buono.
Dopo gli interventi di altri, le tue supposizioni sono state smentite e ti hanno insegnato qualcosa: se fossi meno snob e meno supponente probabilmente avresti evitato questa inutile polemica, che somiglia moltissimo a quelle che si trovano su altri forum dove ci si accapiglia per le annate delle pellicole. E soprassiedo sull'altra misera provocazione.

Tornando all'orologio, il calibro è stato progettato dalla svizzera Technotime, che lo ha poi fornito ad Ophion e ad altri piccoli marchi, quindi è europeo e svizzero a tutti gli effetti, così come, stando alle dichiarazioni del produttore, tutto il resto dei prodotti: qualcosa che non tanti marchi svizzeri (e/o europei) ben più blasonati possono onestamente dichiarare (compresi, purtroppo, alcuni che adoro).

Effettivamente, se non ricordo male, sembra che la Technotime sia fallita e che la parte industriale sia stata acquisita da Soprod.

10
Orologi e Co... / Re:L’unicità del RO 5402
« il: Luglio 08, 2020, 11:59:45 am »
faccio alcune considerazioni, conscio del fatto che ho un buco nero nelle conoscenze piú o meno recenti, quindi perdonatemi se dico cose inesatte o poco puntuali o se chiedo cose, che potendo sembrare banali potrebbero essere scambiate per domande retoriche.
Non conosco l'attuale produzione JLC peró non stento a credere che siano molto attivi in ricerca e sviluppo, mi chiedo peró quali siano i risultati o le innovazioni raggiunte e lo chiedo perché, nel mondo della meccanica e micromeccanica (nello specifico applicata al mondo orologiero ma anche piú in generale) credo che i potenziali raggiungibili in termini di innovazione, nuove funzionalitá, utilizzo e sperimentazione dei materiali piú disparati sia siano quasi del tutto raggiunti o addirittura esauriti, ricordo nei miei ultimi anni di interesse che giá allora le cose ristagnavano e rifiniture per novitá venivano proposti oggetti, abbastanza inutili, esercizi di stile piú che altro fini a se stessi, tipo calibri con 3 o 4 tourbillon.
quando scrivi:
E prediligono la tecnica ai fronzoli, si vede anche dalle rifiniture dei movimenti
cosa intendi di preciso? se vogliamo essere sinceri le rifiniture, piú che tecnica sono fronzoli... il 920 sarebbe stato un eccelso calibro da un punto di vista tecnico anche senza quel perlage in differenti diametri, senza la lucidatura o l'anglage dei ponti... in definitiva senza quasi tutto quello che, ad esempio, richiede lo standard del Punzone di Ginevra, o sbaglio?
Sull'immobilismo delle case si certo hai ragione, l'ho scritto pure io che sicuramente riguarda un po' tutte, peró non farei di tutta un erba un fascio ed... essendo di parte, non concordo molto sul discorso Zenith.
Si Zenith dal dopo quarzo, quindi dai primissimi anni ottanta é di fatto solo El Primero, ed Elité (non lo dimenticherei comunque perché é un calibro che ha il suo dire, nulla di che ma certamente degno di essere ricordato e considerato).
Per moltissimi anni é stato cosí e poco é stato fatto per innovare, fasi di luna, calendario completo e... basta per tanti anni... per tanti motivi, si rinasceva dopo quasi la morte assoluta, il mercato degli anni 80-90 era quello che era, si fornivano altri brand, Rolex in primis, ma anche qualcosina ad Ebel, Panerai, Parmigiani (Movado lasciamo stare che era dello stesso gruppo ed altre di certo mi sfuggono).
Poi é arrivata l'acquisizione da parte di LVMH ed é iniziata l' "Era Nataf" (perché che piaccia o meno di Era si tratta, in quanto il pre-Nataf ed il, o meglio "i" post-Nataf, non hanno nulla a che fare con quanto accaduto in quegl'anni) e qui direi che l'immobilismo é decisamente venuto meno, questo calibro é stato proiettato nel mondo delle complicazioni di altissimo livello (che sia stata la strada giusta o meno é tutto da ragionare e qui le opinioni potrebbero tranquillamente spaccarsi) ed abbiamo potuto vedere un fiorire di nuovissimi calibri su base EP che di certo ricerca e sviluppo lo hanno richiesto, calendario perpetuo, la  scheletratura dello scappamento (che di per se non aggiunge nulla ma ha richisto diverse riprogettazioni per integrare alcuni ponti direttamente nella plaitina e molti calcoli perché la stessa fosse strutturalmente solide nelle zone di massima scheletratura), tourbillon, ore del mondo con svegliarino, ripetizione di minuti, rattrapante, "una sorta" di foudroyante, date retrogradanti e grandata, tourbillon montato su gabbia giroscopica, con un livello finitura estetica dei calibri, che seppur industriale ha il suo rispettabile perché (perlage totale su platina e ponti, viti di regolazione al blu e/o in oro a seconda dei casi, coté de Geneve  sulle masse oscillanti, ecc. ecc.).
A  tanta cura interna si é accompagnata sempre anche tanta "particolaritá" (diciamo cosí, per essere buoni) estetica dei quadranti, delle scale di lettura e perfino di intere collezioni (Defy Extreme... su tutte), vuoi perché si puntava a determinati mercati, che culturalmente hanno gusti e canoni estetici ben diversi dai nostri... ma anche possibilitá e volontá di spesa molto ben differenti dalle nostre, vuoi, forse, perché il gusto estetico di Nataf  tendeva in quella direzione (cmq, per vari motivi, ne paga e ne pagherá lo scotto, spero per lui di sbagliarmi ma... per tutta la vita).
Sul post-Nataf, direi che salto, che ben che va vedo, qui si, immobilismo e leggo spesso di concetti quali "esemplificazione" (vedi il nuovo calibro 3600 "El Primero 2") che considerando la miseria di informazioni e immagini presenti in giro,  mi fanno pensare a nulla di buono (spero di sbagliare anche qui).
Quindi ecco in definitiva, non mi sentirei di dire che Zenith abbia vissuto (o sopravvissuto) solo della poca rendita di un calibro ormai vecchio di 50 anni.
Quanto all'orologeria di avanguardia, non é mai stata minimamente nelle mie corde (sono un classico di impostazione, giá digerisco poco o niente le casse di forma...immaginarsi il dentro :) ) ma al di la di quelli che sono i miei gusti che nulla spostano, penso che potrá restare  per alcuni, parecchi pure, appassionati una interessantissima nicchia... ma non di piú, nel senso che non riesco a vederci la naturale evoluzione ed il futuro di questo mondo, che ha da sempre nel suo DNA un imprescindibile legame con le sue origini e la tradizione storica (che sono anche quegli aspetti che, a discapito della grande innovazione tecnica nelle produzioni, permettono a questi Signori, ancora "di gabbarci" spesso e volentieri  :D ).

Scusate se vado fuori tema.
Ho trovato molto interessante la tua disanima dell'era NATAF, dato che l'estetica era lontanissima dai miei gusti non ho mai approfondito la tecnica dei calibri, che invece a quanto pare erano/sono meritevoli di attenzione. Forse potresti iniziare una discussione specifica...

11
Senza brillanti per me sono piu' belli.
Giusto il prezzo,tra i 13 ed i 15k.
Ecco, voi come li considerate gli orologi di questo tipo con brillanti?
Un vezzo per sceicchi o maragià o un ulteriore valorizzazione di pezzo tecnicamente già molto importante?
Lo so, siamo fuori tema...

12
Orologi e Co... / Re:Atelier Barcelona
« il: Luglio 08, 2020, 11:53:43 am »
Io li seguo da un po' e avevo capito che quello era un pezzo unico, 1/1 Non unico in quanto personalizzato.
Hanno fatto anche altro ma mi ricordo dei solo tempo stile Asaoka ai prezzi di Asaoka. Investono molto in comunicazione quello sicuro.
Niente male ma per conto mio sono l'esempio del "a quel prezzo c è altro".
Sono abbastanza d'accordo, sebbene mi sembrino tecnicamente molto bravi.

13
Per partecipare al sondaggio:
Direi che per me è indifferente, ma se dovessi comprare un rologio con calibro di forma o uno scheletrato la scelta della ricarica manuale sarebbe obbligatoria Anche se poi vedo gli scheletrati su base FP71 e vacillo....

14
Orologi e Co... / Re:Il mio primo perpetuale come funziona
« il: Luglio 08, 2020, 11:45:38 am »
Complimenti!
Intervento molto interessante e... davvero da studiare!

15
Orologi e Co... / Re:Calibro Jaeger Le Coultre 920
« il: Luglio 02, 2020, 12:11:20 pm »
Una domanda: premettendo che mi sono sempre interessato poco a questo modello, come mai le versioni in acciaio e oro del 5402 costano meno di quelle in acciaio?
C'è un motivo tecnico (sono più diffuse) o dipende semplicemente dall'apprezzamento dei collezionisti (leggi: moda)?

Pagine: [1] 2 3 ... 118