Orologico Forum 3.0

Post recenti

Pagine: 1 ... 8 9 [10]
91
Orologi e Co... / Re:Pasha V/s Octo
« Ultimo post da Asholino il Settembre 06, 2020, 16:02:06 pm »
Ciao Alessandro, a me piace molto il tuo Bulgari e ho sempre apprezzato il Pashà!
Il dilemma è sulla preferenza per linee più moderne o “vintage”.
Personalmente oggi punterei sul Pashà...domani potrei comunque cambiare idea.
Saluti
Ignazio
92
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da Fabrizio Rotoloni (persson) il Settembre 06, 2020, 15:18:00 pm »
Il tuo tifo per la Zenith ti fa scrivere cose senza senso a cui non ho intenzione di rispondere.
No no rispondi ma, se lo fai, fallo nel merito e con dati comprovabili.
È questo, come già ho avuto modo di dirti, lo scopo di un forum, ampliare le conoscenze, proprie e degli altri partecipanti.
E ciò non avviene certo buttando parole tipo "falso" o "tarocco" a casaccio. 
93
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da archangel il Settembre 06, 2020, 15:04:55 pm »
Grazie mille.
94
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da Alessandrino Mercuri(alanford) il Settembre 06, 2020, 15:00:42 pm »
Io sono molto serio e siccome considero il costruire qualcosa estremamente serio rimango dell'idea che questa operazione è una operazione come minimo spregiudicata poi oh ognuno ha le sue idee.
Un prodotto marchiato deve rispettare le norme ISO e tutte le altre di quel marchio.
Se non se ne conosce il costruttore chi garantisce queste cose?
Comunque va bene così.

Secondo il tuo pensiero Zenith forní movimenti completi e quadranti in smalto con tanto di logo stampato sopra al primo che glieli chiese e che magari per mestiere produceva bulloneria o pedivelle per biciclette o infissi per serramenti? oppure li forní ad una azienda che comunque operava nel settore orologiero che produceva componentistica per le varie case produttrici (pensi che nelle piú blasonate e storiche Maison, tipo PP, VC, ecc. i vetri zaffiro se li producano loro o abbiano dei fornitori?, i rubini? le guarnizioni di tenuta? i cinturini? i corredi?)
Pertanto questa azienda, di cui oggi noi non conosciamo il nome (tu conoscevi il nome di chi produceva i Panerai prima che poco sopra te lo indicassi io?) ma non lo conosciamo noi oggi, peró chi ci dice che all'epoca non fosse ben noto? e soprattutto chi ci dice che questa Azienda a cui Zenith affidó movimenti e quadranti non avesse oltre che le competenze per usarli anche le certificazioni, se necessarie, per operare nel settore e fornire parti e/o servizi ai vari Brand orologieri (impossibile non le avesse avute se voleva continuare a fare il suo lavoro).
Tu nei corredi di tutti gli orologi che hai avuto (o nei siti web dei Produttori) hai mai trovato scritto o dichiarato il rispetto e la conformitá dell'oggetto e del Produttore stesso alle vigenti norme di standard e certificazione qualitativa?
(Onestamente non sono neppure certo che ció sia obbligatoriamente richiesto in questi ambiti, come non so se lo fosse nel 1989, ma nonostante ció, oggettivamente hai un oggetto che da allora continua ad essere funzionante ed ottimamente conservato, se la foto postata da archangel non é di "repertorio").
Il tuo tifo per la Zenith ti fa scrivere cose senza senso a cui non ho intenzione di rispondere.
95
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da Fabrizio Rotoloni (persson) il Settembre 06, 2020, 14:31:41 pm »
A parte l'opportunità di acquistarlo o meno è molto affascinante scoprire queste storie.
Visto che siamo in tema dove si trova la Guida con tutti i modelli Zenith e magari anche
un buon libro sulla storia di Zenith ?
Grazie

P.S. Proverò a tirare e vedere se me lo lascia a 1500... altrimenti nulla...

il libro é questo:
Zenith Swiss Watch Manufacture since 1865, di Manfred Rössler edito in italia da Damiani editore nel 2009.
(titolo originale Zenith-Präzisionsuhren seit 1865 edito da Ebner Verlag Ulm, 2008)
Tratta l'intera storia della Manifattura dalla sua nascita (quando ancora non si chiamava Zenith) fino ai primi periodi dell'acquisizione al gruppo LVMH, con moltissime foto, tabelle dati, ecc. in 328 pagine.
é ormai molto difficile da reperire e nelle rare occasioni lo é ad un prezzo ben superiore a quello di copertina (che all'epoca era di 99,00 euro)
In pm ti invio un link.

(fu un graditissimo e preziosissimo regalo di un caro amico che ancora ringrazio!)
96
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da Fabrizio Rotoloni (persson) il Settembre 06, 2020, 14:06:58 pm »
Io sono molto serio e siccome considero il costruire qualcosa estremamente serio rimango dell'idea che questa operazione è una operazione come minimo spregiudicata poi oh ognuno ha le sue idee.
Un prodotto marchiato deve rispettare le norme ISO e tutte le altre di quel marchio.
Se non se ne conosce il costruttore chi garantisce queste cose?
Comunque va bene così.

Secondo il tuo pensiero Zenith forní movimenti completi e quadranti in smalto con tanto di logo stampato sopra al primo che glieli chiese e che magari per mestiere produceva bulloneria o pedivelle per biciclette o infissi per serramenti? oppure li forní ad una azienda che comunque operava nel settore orologiero che produceva componentistica per le varie case produttrici (pensi che nelle piú blasonate e storiche Maison, tipo PP, VC, ecc. i vetri zaffiro se li producano loro o abbiano dei fornitori?, i rubini? le guarnizioni di tenuta? i cinturini? i corredi?)
Pertanto questa azienda, di cui oggi noi non conosciamo il nome (tu conoscevi il nome di chi produceva i Panerai prima che poco sopra te lo indicassi io?) ma non lo conosciamo noi oggi, peró chi ci dice che all'epoca non fosse ben noto? e soprattutto chi ci dice che questa Azienda a cui Zenith affidó movimenti e quadranti non avesse oltre che le competenze per usarli anche le certificazioni, se necessarie, per operare nel settore e fornire parti e/o servizi ai vari Brand orologieri (impossibile non le avesse avute se voleva continuare a fare il suo lavoro).
Tu nei corredi di tutti gli orologi che hai avuto (o nei siti web dei Produttori) hai mai trovato scritto o dichiarato il rispetto e la conformitá dell'oggetto e del Produttore stesso alle vigenti norme di standard e certificazione qualitativa?
(Onestamente non sono neppure certo che ció sia obbligatoriamente richiesto in questi ambiti, come non so se lo fosse nel 1989, ma nonostante ció, oggettivamente hai un oggetto che da allora continua ad essere funzionante ed ottimamente conservato, se la foto postata da archangel non é di "repertorio").
97
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da archangel il Settembre 06, 2020, 13:38:47 pm »
A parte l'opportunità di acquistarlo o meno è molto affascinante scoprire queste storie.
Visto che siamo in tema dove si trova la Guida con tutti i modelli Zenith e magari anche
un buon libro sulla storia di Zenith ?
Grazie

P.S. Proverò a tirare e vedere se me lo lascia a 1500... altrimenti nulla...
98
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da fansie il Settembre 06, 2020, 13:33:15 pm »
Non conoscevo queste storie.
Di primo colpo, la penserei un po' simile a Alessandrino.
Vero però che erano altri tempi...
99
Orologi e Co... / Re:Cosa indossiamo oggi?
« Ultimo post da fansie il Settembre 06, 2020, 13:30:20 pm »
Complimenti Enrico, super super acquisto!
100
Orologi e Co... / Re:Consiglio
« Ultimo post da Alessandrino Mercuri(alanford) il Settembre 06, 2020, 12:33:52 pm »

Di tutti gli esempi che hai portato ed a cui manca anche Rolex, nessuno lo ha marcato Zenith, gli Ebel erano Ebel ed i Rolex erano Rolex.
Ora se vogliamo fare i buonisti partigiani facciamolo pure io tra l'altro ho avuto talmente tanti Zenith che dovrebbero farmi cliente onorario ma possiamo davvero considerare questa operazione una cosa seria?
Un prodotto che esce da una casa lo deve essere completamente con la sua referenza, la sua garanzia ed il suo corredo, altrimenti è un assemblato, di tutto rispetto perché il movimento è un ottimo movimento ma la cassa chi mi garantisce che l'oro sia oro, la lavorazione rispetti gli standard Zenith e la qualità del vetro zaffiro?
Personalmente lo considero un tarocco, di qualità ma sempre tarocco.
Adesso mi compro un motore Ferrari, lo carrozzo e la chiamo Ferrari.
Alessandro, dai seriamente, secondo te Zenith fornisce il suo meccanismo ed i quadranti in smalto (altra cosa non proprio comune) con il suo logo stampato sopra per darli a chi non conosce e che non possa garantire il rispetto della qualità Aziendale o la genuinità del materiale usato?!
(tra l'altro, vista l'epoca, il vetro molto probabilmente è minerale).
Pensi davvero che li abbiamo forniti a sconosciuti o a realtà con le quali non intrattenessero rapporti commerciali e/o di fornitura?
Ma davvero dai, ti rendi conto di cosa scrivi?
L'oro è punzonato e questo modello è ufficialmente riconosciuto e compreso nel "patrimonio" produttivo della Maison.
Ripeto, secondo il tuo modo di ragionamento, tutti i modelli commerciali della Panerai prima della acquisizione del gruppo Vendome (oggi Richemont) dovrebbero considerarsi tarocchi...

Io sono molto serio e siccome considero il costruire qualcosa estremamente serio rimango dell'idea che questa operazione è una operazione come minimo spregiudicata poi oh ognuno ha le sue idee.
Un prodotto marchiato deve rispettare le norme ISO e tutte le altre di quel marchio.
Se non se ne conosce il costruttore chi garantisce queste cose?
Comunque va bene così.
Pagine: 1 ... 8 9 [10]