Orologico Forum 3.0

Voglia di calendario perpetuo

fabri5.5

  • *****
  • 12236
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #30 il: Aprile 24, 2015, 17:32:03 pm »
se non ti manca la pazienza,ogni tanto qualche esemplare fa la sua apparizione alle aste:




Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #31 il: Aprile 24, 2015, 22:39:01 pm »
Visto che hai escluso il 1911, direi questo


erm2833

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #32 il: Aprile 25, 2015, 08:28:16 am »
Ancora un'immagine della piastra Eta,in versione Genta.
Se non e' alta orologeria questa...

erm2833

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #33 il: Aprile 25, 2015, 08:33:49 am »
Una piastra Patek.
La precedente Eta non sfigura,anzi...

erm2833

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #34 il: Aprile 25, 2015, 08:51:23 am »
Erm, mi pare di poter affermare che al netto di qualche variante minore sono di fatto, quello Ebel e quello Vacheron, lo stesso modulo.
Direi proprio di si,Angelo.
Cambia il disegno di alcune leve ma la base e' la medesima.
Bisogna osservare la collocazione delle viti che tengono in sede le leve stesse.
Mi spiace ma al momento dobbiamo arrangiarci ed interpretare questa foto (ho elaborato il colore in modo da far risaltare le leve,per quanto possibile).


erm2833

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #35 il: Aprile 25, 2015, 08:54:29 am »
La classica piastra IWC.

Errol

  • *****
  • 3482
    • Mostra profilo
Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #36 il: Aprile 25, 2015, 10:05:38 am »
Il problema della piastra IWC/Jaeger è che la maggior parte di quelle che ho visionato avevano il calendario sfasato. Come sappiamo queste piastre non hanno i correttori è tutto è preprogrammato, ma evidentemente per uso improprio molte hanno il giorno della settimana oppure le fasi luna fuori fase con necessario intervento di un tecnico
        

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #37 il: Aprile 25, 2015, 12:14:29 pm »
Questo è oggi in assoluto e senza alcuna discussione possibile il calendario perpetuo con il miglior rapporto qualità/prezzo disponibile sul mercato del secondo polso.



Ha il pregio di una meccanica eccezionale, sottile, unica nel suo genere e pure robusta e affidabile, ha il pregio di un modulo che tra quelli tradizionali è uno di quelli che funziona meglio aggiornandosi in un tempo ragionevole (circa un'ora e mezzo nella situazione più gravosa, ossia il passaggio al mese successivo), oltre ad essere esclusivo della casa e molto ben rifinito, ha il pregio di uno spessore ridotto e di un diametro "giusto" per un orologio che si vuole definire davvero "elegante".

Ha solo un "difetto", che per molti è anche un ulteriore pregio, l'assenza dell'indicazione del ciclo bisestile (che rende ancora più pulito ed elegante il quadrante) e quindi l'assenza del correttore per i mesi (il che in certi casi può essere un po' frustrante); inoltre nella quasi totalità dei casi (quasi certamente tutti i ser. C) non monta lo scappamento con bilanciere Gyromax e la spirale libera, ma un più tradizionale bilanciere a viti con racchetta di regolazione.

Da qui a scendere la scelta è davvero sterminata, tutti i calendari perpetui di produzione anni 80/primi anni 90 che non abbiano sul quadrante "quel marchio" (e che funzionano TUTTI, nessuno escluso, meglio dei perpetui di "quel marchio").

Ma volendo ulteriormente alzare l'asticella, e volendo accoppiare al calendario perpetuo anche un cronografo, allora con lo stesso budget di un AP quantieme perpetuel (anzi forse anche meno) si può, per esempio, puntare a questo:


Questo AP lo cerco da tempo, ma non riesco a trovarlo completo ed in buone condizioni...

erm2833

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #38 il: Aprile 25, 2015, 13:34:56 pm »
Il problema della piastra IWC/Jaeger è che la maggior parte di quelle che ho visionato avevano il calendario sfasato. Come sappiamo queste piastre non hanno i correttori è tutto è preprogrammato, ma evidentemente per uso improprio molte hanno il giorno della settimana oppure le fasi luna fuori fase con necessario intervento di un tecnico
Ti rispondo con la mia esperienza avuta con Ingenieur 34 mm.:
se l'orologio rimane fermo per mesi devi fare tanti giri di corona quanti sono stati i giorni di arresto.
La rotazione da imprimere alla stessa deve essere secca e calibrata,deve cioe' produrre lo scatto ma non andare oltre,a rischio che scatti il giorno della settimana e non il datario o viceversa.
I correttori sono piu' comodi e facili da usare ma se hai guardato le immagini delle varie piastre ti sarai reso conto della complessita' del meccanismo,diciamo che rimangono,i perpetuali,orologi delicati.

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #39 il: Aprile 25, 2015, 13:41:17 pm »
Se l'orologio lo si usa con una certa frequenza il modulo iwc è quanto di più comodo esista.
Se deve rimanere fermo in cassetta per molto tempo diventa altrettanto frustrante e il rischio di far danni è alto.
Come dice Ermanno bisogna agire in modo secco ma senza strafare, poi se l'avanzamento da effettuare è ampio bisogna ripartirlo in tempi differenti, ci vuole pazienza.
Ne avevo tanti che mettevo raramente, per questo alla fine li ho venduti quasi tutti.
Questo però resta al suo posto  :)

« Ultima modifica: Aprile 25, 2015, 14:27:53 pm da ciaca »
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #40 il: Aprile 25, 2015, 14:42:35 pm »
Citazione
Questo AP lo cerco da tempo, ma non riesco a trovarlo completo ed in buone condizioni...

Michele, la "completezza" è una fisima da Rolexaro, sbarazzatene  ;D
Certo, il "corredo" di questi orologi con la loro particolare scatola rotore ha un suo fascino, ma quanto vuoi che incida specie quando i prezzi sono già così bassi?! Al polso ci metti l'orologio, mica la scatola e la garanzia  ;)
Anche le condizioni non mi sembrano un problema, sono orologi usati poco, al massimo qualche graffietto e la patina dell'oro invecchiato che con una banale lucidatura (non ci sono spigoli sulla cassa, è una delle più facili da sistemare senza far danni) vanno via con l'orologio che torna a splendere. Metti un budget di 500 euro supplementari sul prezzo di acquisto per revisione e lucidatura, fatti due conti e procedi senza indugio perchè ne trovi davvero quanti ne vuoi  ;)

Un conoscente ha preso quello che aveva un importante reseller della tua città che inizia con la B, e che chi lo aveva visto mi aveva descritto come "massacrato".
Ma quale massacrato!? Con una normale revisione e pulizia è tornato a brillare...pagato 6k. Un submariner  8)
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

erm2833

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #41 il: Aprile 25, 2015, 14:58:11 pm »
Citazione
Questo AP lo cerco da tempo, ma non riesco a trovarlo completo ed in buone condizioni...



Un conoscente ha preso quello che aveva un importante reseller della tua città che inizia con la B, e che chi lo aveva visto mi aveva descritto come "massacrato".
Ma quale massacrato!? Con una normale revisione e pulizia è tornato a brillare...pagato 6k. Un submariner  8)
Cosi' mi piaci,Angelo.
L'Ingenieur di cui parlavo prima era veramente massacrato ma era tornato all'iniziale splendore dopo un viaggetto a Sciaffusa.
Purtroppo mi girava sul polso ed era per me importabile.

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #42 il: Aprile 25, 2015, 19:27:40 pm »
Scendendo di livello, stavo dando un'occhiata più oculata all'Omega Louis Brandt, l'orologio è su base Eta 2892 e credo anche la piastra sarà quella Eta, misure di 34mm x 11mm spessore, oro giallo ed un quadrante pulito ed equilibrato, ne ho visto uno usato su CH24 a 6,6k, ma dagli USA.
Ce n'è uno anche in Italia (con un cinturino imbarazzante ;D)ma il prezzo è da richiedere...
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiori a qualcun'altro.
La vera nobiltà è nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
-Samuel Johnson-

erm2833

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #43 il: Aprile 25, 2015, 19:36:51 pm »
Scendendo di livello, stavo dando un'occhiata più oculata all'Omega Louis Brandt, l'orologio è su base Eta 2892 e credo anche la piastra sarà quella Eta, misure di 34mm x 11mm spessore, oro giallo ed un quadrante pulito ed equilibrato, ne ho visto uno usato su CH24 a 6,6k, ma dagli USA.
Ce n'è uno anche in Italia (con un cinturino imbarazzante ;D)ma il prezzo è da richiedere...
Codesti Omega su base Eta fino a pochi mesi orsono si trovavano a 5k.
Su base Omega,movimento cesellato,dagli 8 in su.

Re:Voglia di calendario perpetuo
« Risposta #44 il: Aprile 25, 2015, 19:39:20 pm »

Questo AP lo cerco da tempo, ma non riesco a trovarlo completo ed in buone condizioni...
Michele ha ragione Angelo, il mio ha un corredo da pena con una scatola del tempo in condizioni indecenti e una garanzia del 98, quando l'orologio è dell'88… ;D
Ma chissene perché ciò che per me ne ha decretato la scelta sono state le sue ottime condizioni estetiche e anche meccaniche e dopo averlo visto e provato non ho esitato.
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiori a qualcun'altro.
La vera nobiltà è nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
-Samuel Johnson-