Orologico Forum 3.0

La fantasia del genio! (Gerald Genta)

Alan Ford

  • *****
  • 7431
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« il: Novembre 30, 2015, 10:42:03 am »
Prendo in prestito la foto di Ermanno per porre un quesito sui quattro capolavori di GG.
Partendo dal presupposto che su tutti e quattro ha espresso qualcosa di nuovo, su quale dei quattro è stato più geniale?
Io lo vedo nel Nautilus quei due blocchi fissati tra loro nel modo più anticonvezionale possibile e le due chiusure che fungono da elemento identificativo.


Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #1 il: Novembre 30, 2015, 10:58:25 am »
Sarebbe curioso sapere come li ha ideati e su cosa si è ispirato per disegnarli. Peccato che dei tre, la Vacheron non abbia continuato a proporlo in tempi recenti
 

Errol

  • *****
  • 3514
    • Mostra profilo
Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #2 il: Novembre 30, 2015, 10:58:48 am »
come fantasia pure pure, come risultato complessivo io ritengo il RO una spanna superiore agli altri
        

Alan Ford

  • *****
  • 7431
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #3 il: Novembre 30, 2015, 11:03:05 am »
come fantasia pure pure, come risultato complessivo io ritengo il RO una spanna superiore agli altri

Lasciando da parte l'estetica però, l'ho premesso.

gidi_34

Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #4 il: Novembre 30, 2015, 11:18:57 am »
tralasciando l'estetica per me l'ingenieur

Errol

  • *****
  • 3514
    • Mostra profilo
Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #5 il: Novembre 30, 2015, 11:20:16 am »
come fantasia pure pure, come risultato complessivo io ritengo il RO una spanna superiore agli altri

Lasciando da parte l'estetica però, l'ho premesso.

dove??
        

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #6 il: Novembre 30, 2015, 11:22:39 am »
Per me il royal oak, come tutti i primi della serie, contiene degli elementi di genialità che gli altri Non hanno per il sol fatto che sono variazioni del medesimo concept.
Genialità che poi si traduce anche in un'estetica perfetta e non perfettibile.
Al contrario degli altri, soprattutto il Nautilus.
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #7 il: Novembre 30, 2015, 11:51:09 am »
La Genialità è nell'idea che sorge, qualcuno  direbbe nella creazione che "esplode" all'improvviso...
Poi l'opera (o la collezione) con il passare delle ore, mesi, anni viene approfondita da parte dell'artista, acculturata se vogliamo, esteticamente anche migliorata ma la -Genialità- è lì, nell'origine.

Se parlando di Genta vogliamo definirlo un Artista e non un designer allora dovremmo dire che il RO è l'opera d'arte in cui esprime in modo esplosivo tutto il suo concetto rivoluzionario, poi con gli altri modelli approfondisce l'argomento e forse si migliora anche esteticamente con il Nautilus.

L'alta orologeria però non è ancora equiparabile all'arte, perché spesso o sempre, il Brand è più importante dell'orologiaio, se fosse Arte il 5402 con la sua data di origine costerebbe, a prescindere dal gusto estetico, più di tutte le varianti sul tema.

E' per questo che ogni opera d'arte è accompagnata dalla sua data di origine, ed è per questo che 2 opere simili o della stessa collezione possono, per la sola data, avere valori totalmente diversi.

Un'estroflessione di Castellani del 1959 forse è meno bella, meno raffinata, mal costruita e di certo intaccata dal tempo, rispetto a quelle degli anni 90 ma, l'opera "originale", varrà sempre, artisticamente, storicamente e commercialmente 10 o 100 volte più delle opere ultime che riprendono lo stesso concetto.

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #8 il: Novembre 30, 2015, 11:53:59 am »
Citazione
poi con gli altri modelli approfondisce l'argomento e forse si migliora anche esteticamente con il Nautilus.

Dissento, non trovo un solo elemento concettuale in cui il nautilus possa dirsi miglioramento del royal oak, sul piano del design.
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

range

  • *****
  • 1066
    • Mostra profilo
Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #9 il: Novembre 30, 2015, 12:05:03 pm »
Direi che il primo il Royal Oak contiene la genialità della creazione, gli sviluppi successivi certamente erano dettati da una richiesta di diversità per cui al di la che piacciano di più o di meno avevano almeno un "paletto" realizzativo rispetto al RO, poi potrei dire che si polsa più comodamente il Nautilus rispetto al Royal Oak, gli altri due non avendoli mai avuti non posso giudicarli.

Parlare di questi 4 modelli a prescindere dall'estetica non è così semplice visto che sono simili eccetto quella... e appunto come estetica anche se di mezza misura per me vince il Nautilus, per il bracciale e per la lunetta senza viti.

erm2833

Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #10 il: Novembre 30, 2015, 12:09:02 pm »
Mi permetto:l'Ingenieur e' un orologio assolutamente convenzionale non contenendo elementi innovativi.
Gli altri 3,per quanto riguarda il modo in cui si chiude la cassa,sono invece rivoluzionari.
L'innovazione,per R.O. E Nautilus,ha comportato anche uno stravolgimento del design;
elemento non apprezzabile per il 222.

il fatto che poi il Patek costi più dell'Audemars e' solo dovuto alla ignoranza di chi acquista ed alla conseguente speculazione che sull'ignorante ha facile presa.

gidi_34

Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #11 il: Novembre 30, 2015, 12:19:21 pm »
ingenieur non aveva la cassa in ferro dolce che gli altri non avevano?

erm2833

Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #12 il: Novembre 30, 2015, 12:28:44 pm »
ingenieur non aveva la cassa in ferro dolce che gli altri non avevano?
Certamente,ma non e' stato il primo orologio in assoluto ad averla.

Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #13 il: Novembre 30, 2015, 12:49:47 pm »
Citazione
poi con gli altri modelli approfondisce l'argomento e forse si migliora anche esteticamente con il Nautilus.

Dissento, non trovo un solo elemento concettuale in cui il nautilus possa dirsi miglioramento del royal oak, sul piano del design.

Difatti Angelo ho scritto "forse"...li si entra nel gusto personale che poco mi e ci interessa

Nikkk

  • *
  • 49
  • spaco botilia prendo te tuo rolex virato
    • Mostra profilo
Re:La fantasia del genio! (Gerald Genta)
« Risposta #14 il: Novembre 30, 2015, 12:52:16 pm »
ma la storia che Genta si sia ispirato ad un casco da palombaro per il RO ha mai avuto conferme?