Orologico Forum 3.0

Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione

Salve, oggi mi occupo di un caso particolare.
Tempo addietro ho avuto modo di analizzare e comparare due movimenti analoghi con stessi anni, ma con usi e usure diversi dovute a diversi fattori tra cui le qualità e la durata degli oli e l'influenza che hanno in condizioni d'uso molto diverse tra loro. I risultati sono stati interessanti, almeno credo.
Oggi voglio dare testimonianza di qualcosa di particolare, un calibro che conosco bene (che nella fattispecie è un Eta 2824-2), dove ho smontato, pulito tutto e rimontato lindo e pinto senza alcuna traccia d'olio, (almeno dove agisce ed influenza la marcia).
Dopodichè ho rismontato tutto di nuovo e nel rimontaggio ho lubrificato con oli appositi. Ho misurato ed analizzato entrambe le situazioni al cronocomparatore.
Molte ore ore di lavoro che nessun orologiaio indaffarato impiegherebbe solo a scopo didattico, ma per me è più facile e tempo permettendo mi sono adoperato ed immerso in quella che di fatto è una revisione completa senza traccia di oli e poi di seguito fatta di nuovo ma coi lubrificanti al loro posto.
L'idea nasce soprattutto perchè ho ritenuto interessante vedere il comportamento dell'orologio non con oli vecchi o esausti, come sovente capita, ma senza traccia alcuna di olio su rubini e perni, nulla sullo scappamento e leve dell'ancora e nulla anche sulle contropietre del bilanciere(l'unica parte in cui non ho agito è il dentro il bariletto dove infatti ho preferito lasciarlo lubrificato tal quale, in quanto il grasso all'interno serve perlopiù a evitare usure da sfregamento tra le pareti e la molla e a far slittare agevolmente la brida, più che a migliorare gli attriti ai fini della marcia)
Il movimento Eta appartiene ad un orologio cavia che ho sempre usato solo a tal scopo e che ha una condizione generale ottima e con usure dei componenti più che trascurabili come poi andremo a vedere nel proseguo.
Questa la "cavia", un Mondia di forma degli anni 80 :)  (da un centinaio di Euro scarsi).



Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #1 il: Dicembre 08, 2015, 14:35:36 pm »
Adagio il movimento sul supporto e comincio lo smontaggio.


Tolta la gabbia dell'automatico accedo ai ponti sottostanti, tolgo anche il bilanciere ma prima smonto la contropietra e il castone per la pulizia successiva, poi separo il volantino/spirale dal ponte per accedere e pulire bene i perni dall'olio presente.
Qui sono nell'azione di togliere l'ancora ed infatti si vede dalla posizione delle viti. :)
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2015, 17:42:06 pm da leolunetta »
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #2 il: Dicembre 08, 2015, 14:53:12 pm »
Tolta l'ancora mi occupo del ponte dei rotismi, qui in mostra il treno del tempo del 2824 con la ruota grande mediana, la mediana, i secondi centrali diretti e la ruota scappamento. Tutti da pulire accuratamente prima del conseguente rimontaggio.
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #3 il: Dicembre 08, 2015, 15:13:33 pm »
Tolti il rocchetto del bariletto, la ruota a corona e il cricco, procedo a togliere il ponte del bariletto, restano in vista lo stesso bariletto(sul quale ho pulito i soli perni esterni dell'albero senza smontare la molla all'interno), la grande mediana e la leva di stop.
Una curiosità su quest'ultima. Ignorantemente se non si mastica un pò la materia, si pensa che il famigerato "fermo macchina" sia una complicazione e un qualcosa in più. Guardando le foto si può rivedere il giudizio, si tratta di una piccolissima leva a V in ottone che introdotta da un lato all'interno del pignone scorrevole viene così mossa dell'albero di carica, il quale in posizione di massima estrazione, la leva sul suo lato più lungo e con la sua estremità va a toccare direttamente il volantino del bilanciere provocando così il blocco istantaneo della marcia. Complesso eh?! ;D
« Ultima modifica: Dicembre 08, 2015, 15:16:27 pm da leolunetta »
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #4 il: Dicembre 08, 2015, 15:25:36 pm »
A questo punto tolti il rinvio per la minuteria e la ruota dello scatto del datario posso eliminare i componenti per la rimessa all'ora e lavare la platina facendo particolare attenzione alla pulizia dei 5 rubini forati presenti.
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2015, 17:42:54 pm da leolunetta »
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #5 il: Dicembre 08, 2015, 15:38:12 pm »
Dopo aver rimontato tutto il necessario al test, rimonto anche il quadrante e il calibro nella cassa, evito di mettere il modulo automatico e le sfere e lo lascio aperto da entrambi i lati(il movimento si estrae dalla parte della lunetta).
Le misure le effettuo in questa fase di rimontaggio per entrambi i casi.
« Ultima modifica: Dicembre 08, 2015, 16:41:35 pm da leolunetta »
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #6 il: Dicembre 08, 2015, 15:59:37 pm »
Le posizioni sono 4 per entrambi, orizzontale quadrante in basso, trasversale quadrante basso, di taglio corona in alto, di taglio corona a DX.
Regolo il B.E. e tocco la marcia, una cosa rapida da 10 minuti tanto per raggiungere lo scopo principale.

Già dalla prima posizione emerge che i dati di ampiezza sono buoni anche se non ottimi, nelle altre posizioni le impressioni sono le medesime con leggero calo d'ampiezza ma comunque prossimo a 250°, la marcia si presenta regolare senza incertezze e con misure da COSC.
Un orologio così messo si fa fatica a portarlo dall'orologiaio e per farlo bisogna sapere con certezza le condizioni in cui sta lavorando. Spesso anche con presenza di oli vecchi o secchi la marcia non è troppo diversa da questa, in entrambi i casi la revisione e/o l'applicazione dei nuovi oli è assolutamente necessaria.
Questo test e questo primo risultato dimostra che il cronocomparatore ci da una misura che in molti casi è solo parziale, poi è il nostro buonsenso che deve considerare altri parametri.
« Ultima modifica: Dicembre 08, 2015, 16:43:06 pm da leolunetta »
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #7 il: Dicembre 08, 2015, 16:08:20 pm »
Le altre 2 posizioni.
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #8 il: Dicembre 08, 2015, 16:45:37 pm »
Ora possiamo passare di nuovo allo smontaggio e al conseguente rimontaggio con lubrificazione, di cui stavolta ometterò le immagini, visto che lubrificazione a parte sono le stesse.
Mi concentro di nuovo sul controllo delle superfici e tolgo ogni impurità residua, anche se è già tutto bello limpido, lubrifico con gli oli appositi, Moebious HP 1300 per bariletto e le due mediane, Moebious 9010 per secondi indiretti, ruota scappamento e contropietre del bilanciere, Moebious 9415 per leve ancora e denti ruota scappamento.
Qui il calibro con gli oli riapplicati dove serve e pronto per il test.
Ecco i risultati con la lubrificazione applicata, molto buoni, segno che tutto è stato fatto bene.
Amplitudine a 290° in orizzontale e molto elevata anche nelle posizioni di taglio, marcia molto regolare e con scarti minimi e oltre il COSC.
Per risultati più definitivi in presenza di oli freschi appena applicati bisogna attendere un paio di settimane di marcia o anche oltre, l'ampiezza aumenta ancora e la marcia subisce un lieve ritardo rispetto alla regolazione impostata in precedenza, almeno di solito.
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2015, 17:44:20 pm da leolunetta »
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #9 il: Dicembre 08, 2015, 16:54:55 pm »
Un dettaglio… la regolazione dopo il rimontaggio finale l'ho toccata anticipando un pò di 4-5 sec./g. questo perchè l'ampiezza aumentata per effetto dei lubrificanti di oltre il 10%, ha portato in questo caso un leggero ritardo sulla precedente taratura.


Test terminato, lavoro che a me ha dato soddisfazione anche per i risultati ottenuti, in un senso e nell'altro, e spero di aver fatto cosa gradita anche a qualcuno di voi pubblicandolo e condividendolo.
Saluti ;)
« Ultima modifica: Dicembre 08, 2015, 17:00:33 pm da leolunetta »
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #10 il: Dicembre 08, 2015, 17:13:35 pm »
Grazie Leo, tutto molto interessante soprattutto l'effetto della lubrificazione sull'amplitidine del bilanciere. :)
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #11 il: Dicembre 08, 2015, 17:22:56 pm »
Beh, tutto pulito e con gli oli ben messi il bilanciere mette il turbo... ;D

Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #12 il: Dicembre 08, 2015, 18:23:37 pm »
P.s: grazie del tempo che hai dedicato a queste verifiche ;)
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #13 il: Dicembre 08, 2015, 18:27:33 pm »
Grazie a te, spero che interessi anche altri in modo che il mio lavoro di condivisione non sia stato vano o quasi.(per me no) ;)
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

Re:Curiosità tecnica: andamento di calibro con e senza lubrificazione
« Risposta #14 il: Dicembre 08, 2015, 18:58:32 pm »
Per me, quasi del tutto profano ancora del lato meccanico di questi magnifici oggetti ma con tutta la voglia e la curiosità di apprendere e imparare, lavoro davvero apprezzato.

Grazie!
"Dum differtur, vita transcurrit" (L. A. Seneca)