Orologico Forum 3.0

Porsche Macan

alanford

  • *****
  • 6706
  • Ciampino
    • Mostra profilo
    • E-mail
Porsche Macan
« il: Maggio 20, 2016, 16:16:41 pm »
Ed alla fine è arrivata!
La prima sensazione sarà per i sedili sportivi ed avvolgenti ed il volante piccolo è di guidare un'auto non un po' più piccola del Cayenne ma molto più piccola.
Ha solo un centinaio di Km quindi non gli ho tirato il collo, ma già si sente la nervosità rispetto al più pesante Cayenne.
Impressionante il cambio PDK per rapidità e secchezza degli innesti ed a tal proposito, chi mi spiega la differenza tra il PDK ed il vecchio TIP?
Nota:
I tedeschi saranno anche precisi, ma io che sono un pignolo, avendo acquistato il ruotino per sicurezza ho voluto provarcelo.
Tutto OK salvo che in dotazione era stata fornita la chiave per svitare i bulloni della misura sbagliata!
Io avevo quella del Cayenne e pazienza ma è una svista imperdonabile per me.

Errol

  • *****
  • 3398
    • Mostra profilo
Re:Porsche Macan
« Risposta #1 il: Maggio 20, 2016, 16:42:02 pm »
Ed alla fine è arrivata!
La prima sensazione sarà per i sedili sportivi ed avvolgenti ed il volante piccolo è di guidare un'auto non un po' più piccola del Cayenne ma molto più piccola.
Ha solo un centinaio di Km quindi non gli ho tirato il collo, ma già si sente la nervosità rispetto al più pesante Cayenne.
Impressionante il cambio PDK per rapidità e secchezza degli innesti ed a tal proposito, chi mi spiega la differenza tra il PDK ed il vecchio TIP?
Nota:
I tedeschi saranno anche precisi, ma io che sono un pignolo, avendo acquistato il ruotino per sicurezza ho voluto provarcelo.
Tutto OK salvo che in dotazione era stata fornita la chiave per svitare i bulloni della misura sbagliata!
Io avevo quella del Cayenne e pazienza ma è una svista imperdonabile per me.


innanzitutto complimenti, però pensa se la chiave sbagliata l'avesse consegnata un concessionario Fiat????
sai le polemiche e le critiche??
        

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #2 il: Maggio 20, 2016, 17:42:12 pm »
Il tiptronic é un convertitore di coppia
Il pdk é un robotizzato a doppia frizione
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

alanford

  • *****
  • 6706
  • Ciampino
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #3 il: Maggio 22, 2016, 08:35:10 am »
Il tiptronic é un convertitore di coppia
Il pdk é un robotizzato a doppia frizione

Ossia...è come l'SMG che ho avuto una ventina d'anni fa sull'M3?

mbelt

  • *****
  • 5542
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #4 il: Maggio 22, 2016, 11:52:41 am »
Il tiptronic é un convertitore di coppia
Il pdk é un robotizzato a doppia frizione

Ossia...è come l'SMG che ho avuto una ventina d'anni fa sull'M3?
E' un robotizzato come l'SMG ma molto molto migliore perché a doppia frizione, considerato uno dei migliori del mercato.
Contro ogni talebanismo, ora e sempre

Re:Porsche Macan
« Risposta #5 il: Maggio 22, 2016, 13:35:39 pm »
Nel topic sul DSG avevo fatto uno "specchietto" per evidenziare le differenze fondamentali fra le tipologie di cambio.
Forse non era abbastanza chiaro, provo a riproporlo visto che Ale chiede ulteriori lumi.

Citazione da: AleArturo
Ad ogni modo, non so se il topic è nato male o l'argomento è complicato, ma si sta parlando di tutto e di più.
Perchè gli SMG, i DSG, gli Steptronic o gli S-tronic sono cambi profondamente diversi.

Credo bisogni fare un minimo di chiarezza e mi permetto, di seguito, di fare un po' di ordine.

Il cambio

Come tutti noi sappiamo, per trasferire demoltiplicata la coppia motrice prodotta da un motore alle ruote, le auto sono dotate di un organo detto "cambio di velocità".
Questo - semplicisticamente - tramite una serie di ingranaggi, riduce od aumenta il rapporto fra il regime del motore (quindi i giri/min dell'albero) e le rotazioni degli pneumatici, così da efficientare l'erogazione della coppia erogata in base alla velocità richiesta al veicolo.

Un cambio moderno è composto da un albero primario (in entrata, che prende il moto dall'albero motore attraverso la frizione) ed uno secondario (in uscita, che restituisce il moto al differenziale) su ognuno dei quali sono calettati degli ingranaggi (i rapporti, svincolati dal primario e sempre in presa sul secondario), che vengono selezionati quando un organo (detto selettore) ingrana fra loro gli ingranaggi corrispondenti alla marcia richiesa.

Sui cambi manuali: questo lavoro è svolto tramite il pedale che innesta/disinnesta la frizione (che quindi disaccoppia/accoppia il contralbero all'albero motore) ed i rapporti selezionati attaverso il movimento ad H della leva.

Esistono poi altri tre generi di cambi di velocità sulle auto moderne, anche se ormai uno sta venendo praticamente abbandonato:

- il meccanico robotizzato: ovvero un cambio meccanico in tutto e per tutto, sul quale il funzionamento della frizione è automatizzato, per cui non gestito dal pilota ma da un sistema di attuatori elettroidraulici che ne comandano l'innesto/disinnesto.
Il cambio però, funziona esattamente come un normalissimo cambio meccanico.
Per intenderci, è il cambio presente sulla Smart W450 e W451, sulle BMW SMG (le M3 E36 ed E46), sulle Ferrari F1 o le Maserati Cambiocorsa e le Lamborghini eGear ed impropriamente definito "automatico sequenziale";

- il doppia frizione: è un cambio nel quale gli alberi primari sono due, connessi al motore cascuno attraverso una frizione (e quindi, appunto, a doppia frizione). Su uno degli alberi sono calettati i rapporti pari e sull'altro i rapporti dispari, col risultato quindi di avere sempre due marce ingranate contemporaneamente. Ciò è possibile dal fatto che quando è selezionata una marcia presente sull'albero dei rapporti dispari, la frizione dell'albero dei rapporti dispari è innestata e viceversa, col risultato che per cambiare marcia non occorre spostare il selettore sul rapporto successivo (o precedente) che invece era già ingranato, ma solo innestare una frizione (e contemporaneamente disinnestare l'altra).
E' per questo che i doppia frizione sono praticamente immediati nei cambi marcia.
Sono doppia frizione tutti i moderni cambi sportivi come il DKG BMW, il PDK Porsche, il DTC Ferrari, il Twinamic della nuova Smart W453 ed anche tutti i DSG VW;

- l'automatico tradizionale o "a convertitore": come detto prima, il cambio a convertitore non utilizza una frizione, ma un organo costituito da una pompa centrifuga connessa all'albero motore, all'interno della quale un liquido viene spinto ad una turbina che restituisce la coppia alla trasmissione e fra le quali è interposto uno statore che riceve quel fluido dalla turbina lo convoglia nuovamente verso la pompa, fornendo un'ulteriore coppia rispetto a quella fornita dal motore, evitando che il flusso interferisca con la rotazione della pompa.
E' complesso da spiegare per me che non sono della materia, ma basta guardare un video e si capisce subito come funziona.
Ad ogni modo è il classico cambio automatico che abbiamo conosciuto, presente sulle BMW Steptronic, sulle Mercedes 5NAG o 7G-Tronic della scorsa generazione (mentre sulle odierne Mercedes è presente anche un pacco frizioni in più), sulle Audi Tiptronic o sulle classiche SUV e berlinone automatiche.
"Dum differtur, vita transcurrit" (L. A. Seneca)

alanford

  • *****
  • 6706
  • Ciampino
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #6 il: Maggio 22, 2016, 21:24:39 pm »
Grazie Ale forse era all'interno di qualche topic chilometrico e comunque me lo ero perso!
Sono vere le voci che vogliono il PDK più delicato, più fragile del Tiptronic?

mbelt

  • *****
  • 5542
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #7 il: Maggio 22, 2016, 21:30:01 pm »
Grazie Ale forse era all'interno di qualche topic chilometrico e comunque me lo ero perso!
Sono vere le voci che vogliono il PDK più delicato, più fragile del Tiptronic?
Forse. Certamente il convertitore di coppia è famoso per la sua affidabilità, ma quando si rompe sono dolori. I cambi robotizzati, a singola frizione, sono fragili. Nel senso che oltre che essere lenti nei cambi marcia bruciano la frizione. Quelli a doppia frizione come il PDK sono più affidabili di quelli a singola frizione , e vanno molto ma molto meglio. In sintesi non dovresti avere alcun problema. Il contro di questa trasmissione a doppia frizione rispetto al convertitore è una minore dolcezza in città, in manovra, ma per il resto è molto più veloce negli innesti, solitamente. E' più sportivo, più leggero, e assorbe meno potenza.
Contro ogni talebanismo, ora e sempre

Re:Porsche Macan
« Risposta #8 il: Maggio 22, 2016, 21:32:25 pm »
Un cambio a convertitore è molto più semplice e robusto di qualsiasi altro, ma non ho notizie di fragilità del PDK.
Sul PDK della Macan poi c'è da discutere, perché ancora nessuno sa se è lo ZF 7DT-75A della Panamera o, come io e tanti altri pensiamo, il BW DL501 della Q5 - ma quale che sia, la sostanza sull'affidabilità non cambia.
"Dum differtur, vita transcurrit" (L. A. Seneca)

guagua72

  • *****
  • 2607
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #9 il: Maggio 23, 2016, 09:29:57 am »
Si vero, un grande mistero su questo PDK, chissà poi perchè?

alanford

  • *****
  • 6706
  • Ciampino
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #10 il: Maggio 25, 2016, 09:50:53 am »
Nello sportellino del carburante, accanto al tappo, c'è un'altro tappeto che si svita con la chiave ruote per aggiungere l'AbBlue.
Non ne avevo mai sentito parlare prima, essendo previsto per l'abbattimento dell'inquinamento, mi chiedo se è stato adottato dopo lo scandalo del dieselgate per far fronte al problema o c'era già?
Nel Cayenne non c'era.

tick

  • *****
  • 1306
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #11 il: Maggio 25, 2016, 10:53:32 am »
Nello sportellino del carburante, accanto al tappo, c'è un'altro tappeto che si svita con la chiave ruote per aggiungere l'AbBlue.
Non ne avevo mai sentito parlare prima, essendo previsto per l'abbattimento dell'inquinamento, mi chiedo se è stato adottato dopo lo scandalo del dieselgate per far fronte al problema o c'era già?
Nel Cayenne non c'era.

Ce l'hanno molti motori a gasolio e da tempo. In ambito movimento terra esiste da molto e sui camion pure. Un collega ha appena preso una A4 e ce l'ha anche quella.
The quieter you become, the more you can hear

mbelt

  • *****
  • 5542
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #12 il: Maggio 25, 2016, 10:53:50 am »
Nello sportellino del carburante, accanto al tappo, c'è un'altro tappeto che si svita con la chiave ruote per aggiungere l'AbBlue.
Non ne avevo mai sentito parlare prima, essendo previsto per l'abbattimento dell'inquinamento, mi chiedo se è stato adottato dopo lo scandalo del dieselgate per far fronte al problema o c'era già?
Nel Cayenne non c'era.
Non c'era perché era Euro 5. Le euro 6 di quel peso hanno tutte l'adittivo a base di urea molto prima dello scandalo VW.
Contro ogni talebanismo, ora e sempre

alanford

  • *****
  • 6706
  • Ciampino
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #13 il: Maggio 25, 2016, 11:14:41 am »
Ah...bene, credevo ad una toppa per chiudere il buco!

mbelt

  • *****
  • 5542
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Porsche Macan
« Risposta #14 il: Maggio 25, 2016, 18:29:24 pm »
Ah...bene, credevo ad una toppa per chiudere il buco!
Dirò ora qualcosa sui filtri anti particolato, con o senza adittivo ad urea, perché la storia è interessante. La prima casa che propose un filtro antiparticolato fu la Pauegeot nel 2000, con la ammiraglia nuova ( di cui non ricordo la sigla), che fu la prima a montare il filtro Fap con adittivo.
Le altre preferirono adottare filtri senza adittivo. Vediamo perché . Il filtro anti particolato è una trappola che cattura il particolato nei gas di scarico, riducendoli in modo significativo. Il problema è che il filtro si intasa, e quindi bisogna rigenerarlo. È qui viene il problema. Perché la soluzione che alla lug a si è dimostrata al migliore è proprio quella dei filtri ad adittivo come quello della Porsche e della Peugeot nel lontano 2000. La funzione dell'addittivo è di abbassare in maniera netta la temperatura a cui avviene la rigenerazione, così il motore ogni tot km deve immettere pian gasolio per far salire la temperatura di funzionamento, quindi avrai un momento breve di maggior consumo di cui ovviamente non ti accorgerai. I filtri che non usano l'adittivo invece si rigenerano a temperature molto più alte, così i motori che li montano devono rigenerare con molto più gasolio bruciato .....ma c'è di peggio. Infatti a partire dal 2003 praticamente tutti i diesel con un paio di eccezioni hanno cominciato a montare i filtri anti particolato senza adittivo. Li adattavano a pianali e motori che non erano stati pensati in origine per questo filtro , sicché lo dovevano montare relativamente distante dai collettori di scarico del motore. In questo modo era ancora più di difficile la rigenererazio ne, soprattutto nei casi frequenti di marcia breve in città. Sicché non rigenerandosi si accendeva va una spia sul cruscotto e i costruttori dicevano ai clienti ( sic!!!) che dovevano andare in autostrada a girare per una ventina di minuti con il motore ad un certo ( elevato regime) onde consentire alla rigenerazione di compiersi. Vi potete immaginare con quale entusiasmo degli automobilisti, dell'ambiente e di consumi. Ma se trascuravi questa esigenza il motore entrava spesso in modalità di emergenza con tutte le conseguenze del caso. Ma i guai non erano ancora finiti perché per questa via succedeva che il carburante filtrasse nell'olio motore e tanti motori si sono rotti! Poi negli anni sono nati motori con il fap più vicino al collettore di scarico,  e quindi con una temperatura più vicini a a quella di rigenerazione, ma i problemi non sono mai stati del tutto risolti. Con l'euro 6 i costruttori hanno dovuto avere un sistema di filtraggio più consistente, e quindi su auto di certi costi, potenza e peso il fap con adittivo è fortunatamente divenuto obbligatorio, e così è finita la follia delle rigenerazioni forzate.
Contro ogni talebanismo, ora e sempre