Orologico Forum 3.0

Risonanza? Armin Stroms

Re:Risonanza? Armin Stroms
« Risposta #30 il: Novembre 11, 2016, 08:25:47 am »
Per tick, innanzitutto grazie per gli schemi e le spiegazioni teoriche sul funzionamento.  :)
Io dico che il sistema della risonanza avrebbe senso solo nel caso n°1, quello della compensazione dell'errore indotto. Nell'eventualità del caso n°2 non servirebbe a nulla e non aggiungerebbe nulla al classico bilanciere che si riassesta da se.IMHO
Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a qualcun'altro.
La vera nobiltà consiste nell'essere superiori a chi eravamo ieri.
(Ernest Hemingway)

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Risonanza? Armin Stroms
« Risposta #31 il: Novembre 11, 2016, 11:30:55 am »
Se a seguito dell'impulso disturbatore I due oscillatori perdono la risonanza ciascuno di loro procederà per i fatti suoi (uno in anticipo rispetto all'altro) finché non si saranno nuovamente accordati su un'oscillazione identica in risonanza. In questo transitorio non ci sarà un unico grafico ma due distinti tra loro e gli errori accumulati nel transitorio non saranno compensati da null'altro se non la normale regolazione dei due diversi scappamenti.
Al termine del transitorio le indicazioni dei due diversi treni non risulteranno più allineate perché i due scappamenti hanno marciato con un rateo differente e tale differenza sará indicata dallo sfasamento delle due sfere dei secondi.

Nell'ipotesi in cui invece il transitorio (per esempio il cambio di posizione) non faccia venire meno la risonanza ciò che accade è ciò che accadrebbe ad un normale scappamento a singolo bilanciere con il vantaggio che gli errori da cambio di posizione si limitano in valore assoluto per effetto dell'influenza reciproca dei due oscillatori l'uno sull'altro.

Citazione
non servirebbe a nulla e non aggiungerebbe nulla al classico bilanciere che si riassesta da se

Come già detto più volte il vantaggio più rilevante della risonanza sulla cronometria, quantomeno per questa implementazione usata da journe e che mette in risonanza le due masse oscillanti, è in termini energetici ossia a parità di energia dissipata dalla molla di carica una maggiore inerzia degli oscillatori (che si traduce sempre in un migliore isocronismo) che nel muoversi sfruttano ciascuno parte dell'energia cinetica dissipata dal reciproco.
« Ultima modifica: Novembre 11, 2016, 11:42:45 am da ciaca »
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

tick

  • *****
  • 1305
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Risonanza? Armin Stroms
« Risposta #32 il: Novembre 11, 2016, 12:16:20 pm »
No ciaca io ho scritto apposta che il grafico che riporto è quello del "sistema" risonante. Considerando separatamente i due oscillatori puoi aver ragione, ma avremmo in pratica due orologi e non uno. Spingendo all'assurdo il tuo ragionamento potremmo avere due orologi normali "semplici", uno per polso.
Questi sono collegati e formano un unico sistema che deve avere un unico comportamento, sperabilmente migliorativo dei due separati.
The quieter you become, the more you can hear

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Risonanza? Armin Stroms
« Risposta #33 il: Novembre 11, 2016, 12:42:41 pm »
Il mio riferimento è sempre al resonance di Journe. E a tutti gli effetti sono due orologi in una cassa e mossi da un'unica molla. Il transitorio sarà quello tipico di ogni orologio con scappamento ad ancora  (idealmente la seconda delle ipotesi che hai rappresentato) con l'unica differenza che gli effetti della perturbazione sul sistema in risonanza saranno minori di quelli che la stessa perturbazione avrebbe sugli oscillatori presi singolarmente.
« Ultima modifica: Novembre 11, 2016, 12:47:07 pm da ciaca »
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

tick

  • *****
  • 1305
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Risonanza? Armin Stroms
« Risposta #34 il: Novembre 11, 2016, 16:34:01 pm »
I paragoni vengono facilmente ma ci sono già tante cose da provare a ragionare su questo Armin Stroms, parcheggiamo un attimo il Journe.
The quieter you become, the more you can hear

S.M.

  • *****
  • 3708
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Risonanza? Armin Stroms
« Risposta #35 il: Novembre 11, 2016, 18:00:09 pm »
Bella discussione.
Seguo con interesse......
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

tick

  • *****
  • 1305
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Risonanza? Armin Stroms
« Risposta #36 il: Novembre 02, 2019, 09:32:03 am »
Qui https://journal.hautehorlogerie.org/en/two-hearts-beat-as-one/ dice
Citazione
It’s a wonderful sight to watch them synchronise, in less than ten minutes, to then oscillate in opposite directions and compensate each other’s variations in rate for better precision.
Da quel che intendo rispetto al testo citato non si tratta quindi di "recuperare" l'errore, ma di rimettere alla stessa frequenza (rate) i due oscillatori. Quel che è perso è person, nel frattempo
The quieter you become, the more you can hear