Orologico Forum 3.0

Cassa 5127G

Re:Cassa 5127G
« Risposta #15 il: Gennaio 07, 2017, 22:17:01 pm »
Panno pulisci oro.

Ho smanettato una decina di minuti col panno pulisci oro ma non ho ottenuto il benché minimo risultato  :-\

Istaro

  • *****
  • 3549
    • Mostra profilo
Re:Cassa 5127G
« Risposta #16 il: Gennaio 07, 2017, 22:25:31 pm »
Panno pulisci oro.

Ho smanettato una decina di minuti col panno pulisci oro ma non ho ottenuto il benché minimo risultato  :-\

 :(

Piano B: laboratorio orafo (ma non saprei aiutarti con i recapiti...)

Piano C: cassaio.
"Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare" (Seneca)

Re:Cassa 5127G
« Risposta #17 il: Gennaio 07, 2017, 22:30:29 pm »
Col polish dedicato o solo panno?

Con acqua calda e sapone neutro, provato?
Poi si può provare col trattamento a ultrasuoni.

In ultima ratio, cassaio.

Ma foto decenti per capire che ha st'orologio, cortesemente?
"Dum differtur, vita transcurrit" (L. A. Seneca)

Istaro

  • *****
  • 3549
    • Mostra profilo
Re:Cassa 5127G
« Risposta #18 il: Gennaio 07, 2017, 22:34:07 pm »
Col polish dedicato o solo panno?

Ovviamente deve trattarsi di quei pannetti imbevuti  della sostanza detergente specifica per l'oro...
"Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare" (Seneca)

Re:Cassa 5127G
« Risposta #19 il: Gennaio 07, 2017, 23:02:33 pm »
Qualcuno conosce Bugoni Fabio di San Donato? Ha un laboratorio in casa molto ben attrezzato. E' ufficiale AP ma mi ha detto che fa anche PP, JLC e Rolex. Gli ho portato un 15300ST da revisionare, mi è sembrato molto preparato e disponibile. Dice di essere stato per 5 anni capo laboratorio in AP Milano e di essere tra i pochi certificati in Italia per AP perpetuo. Stavo facendo un pensierino se portarlo li il 5127G.

Sto Bugoni? La revisione devo farla comunque...

fabri5.5

  • *****
  • 12191
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Cassa 5127G
« Risposta #20 il: Gennaio 07, 2017, 23:52:15 pm »
Non hai studiato :D
J sta per or jaune (oro giallo)
G sta per or gris (da noi bianco :) )
La cassa è quindi in quello che gli svizzeri chiamano oro grigio e che potrebbe non necessitare di alcuna rodiatura (dipende dalla Lega usata).

Dalle foto non capisco il problema, puoi descriverlo?!

P.s. il cassaio milanese è quello che sospettavo :)

Citazione
riguardo la rodiatura,ho da poco visto un Piaget lucidato e rodiato e sembrava
appena uscito di fabbrica.

Bisogna però vedere quanto dura :)
Di rodiature fai da te ne ho viste tante anche perché l'attrezzatura per farle non è particolarmente impegnativa e ce l'hanno ormai in tanti, ma mi dicono non essere particolarmente durevole.

questo non saprei,
è comunque un bagno galvanico,
lavaggio,neutralizzazione,acqua,sali di rodio e corrente.
se la superfice dove deve aderire, non è più che perfettamente sgrassata attacca male,
non basta acqua e sapone!

e.m.

Re:Cassa 5127G
« Risposta #21 il: Gennaio 08, 2017, 02:08:49 am »
Se il problema e' limitato alle anse ed alla parte di carrure vicino alle stesse potrebbe essere determinato dal fatto che le ansette sono in acciaio.Tra due metalli diversi puo' determinarsi una corrente che porta all'ossidazione.
Succede anche con l'oro giallo e rosso in corrispondenza delle anse e sulla carrure in corrispondenza della corona di carica e dei pulsanti chrono.
Basta fare l'esperimento togliendo le ansette (corona e pulsanti chrono e' meglio non toglierli  ;) ) e vedere se senza ansette le anse si ossidano lo stesso.

Re:Cassa 5127G
« Risposta #22 il: Gennaio 08, 2017, 10:01:43 am »
Col polish dedicato o solo panno?

Con acqua calda e sapone neutro, provato?
Poi si può provare col trattamento a ultrasuoni.

In ultima ratio, cassaio.

Ma foto decenti per capire che ha st'orologio, cortesemente?


e.m.

Re:Cassa 5127G
« Risposta #23 il: Gennaio 08, 2017, 11:41:20 am »
Per me e' un'ossidazione che con il panno da orefice viene via.
E' importante che il panno sia abbastanza nuovo,con il tempo perde efficacia.

ciaca

  • *****
  • 13194
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Cassa 5127G
« Risposta #24 il: Gennaio 08, 2017, 12:45:01 pm »
Come detto può essere ossidazione e il panno da gioielliere dovrebbe bastare (panno rosso imbevuto di polish), ma potrebbe anche essere rodiatura venuta via (?!) e in quel caso tocca rifarla.
Da Bugoni si serve un amico commerciante per i Royal Oak, da quel che vedo e che mi dice pare lavori bene.
"A megghiu parola è chidda ca un si dici"

S.M.

  • *****
  • 3708
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Cassa 5127G
« Risposta #25 il: Gennaio 11, 2017, 20:34:33 pm »
Parlo da ex possessore di un 5127j (oro giallo) del 2010.
Anse perfette, come mamma Patek le ha pensate e realizzate. Cassa senza segni di maltrattamenti tali da farne consigliare una lucidatura.

Per le "macchie" il mio consiglio è questo:
1) provare con un panno lucidante ed un pò di manualità.
2) se la prima opzione non ha dato risultati, trova un orologiaio che sappia smontare a dovere movimento, vetro e quadrante e porta la cassa nuda ad un bravo orafo per rifare la rodiatura. Trattamento semplice senza rischi e soprattutto rispettoso delle geometrie della cassa.
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Re:Cassa 5127G
« Risposta #26 il: Gennaio 11, 2017, 20:54:55 pm »

Aggiornamento

Ho portato l'orologio in un laboratorio di mia fiducia.

Le macchie sono residuo di rodiatura e sembra possano essere rimosse solo meccanicamente.

E' stata fatta richiesta ad un aggancio in laboratorio ufficiale PP per capire se si tratta di cassa in oro bianco(rodiabile) o grigio (da non rodiare). La risposta è stata che per poterlo stabilire è necessario conoscere il seriale (probabilmente non tutta la produzione di 5127G è stata realizzata con lo stesso tipo di oro)

Domani arriverà la risposta.

Le soluzioni saranno le seguenti:

Oro bianco, lieve lucidatura al solo fine di rimuovere i residui di rodiatura e successiva nuova rodiatura.

Oro grigio, lieve lucidatura al solo fine di rimuovere i residui di rodiatura fatta erroneamente dal precedente proprietario.

Il cronocomparatore ha evidenziato, come supponevo, la necessità di revisione (probabilmente la prima dal 2005)

Contro ogni aspettativa il test di impermeabilità è stato superato, anche se ovviamente farò cambiare le guarnizioni e la corona.

Che ne pensate?


Istaro

  • *****
  • 3549
    • Mostra profilo
Re:Cassa 5127G
« Risposta #27 il: Gennaio 11, 2017, 22:38:27 pm »
Le macchie sono residuo di rodiatura e sembra possano essere rimosse solo meccanicamente.

"Residuo" di rodiatura nel senso che residua solo in quei due punti ed è andata via da tutto il resto della cassa?  ???
E per quale motivo ci sarebbero residui così localizzati?

Oppure quelli sono i punti in cui la rodiatura è venuta via?
Perché sottoposti a sfregamento eccessivo?

Sarebbe utile capirlo...

Molto interessante, poi, l'informazione che Patek ha prodotto sia oro bianco rodiato sia non rodiato (chiamiamolo anche noi grigio).

Anche qui sarebbe utile capire se c'è stata un'evoluzione. Magari nel senso che sono passati (da una certa data in poi?) dalle leghe che necessitavano di rodiatura a quelle che ne possono fare a meno.
"Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare" (Seneca)

Re:Cassa 5127G
« Risposta #28 il: Gennaio 11, 2017, 23:07:39 pm »
Mi sono spiegato male, le macchie dovrebbero essere la parte dove la rodiatura è venuta via, in ogni caso non è un trattamento permanente. Mi risulta comunque che si tratti di un trattamento prettamente estetico. Non necessario sull'oro grigio, consigliabile (esteticamente) sul bianco...
Questo è quanto ho capito sino ad ora.