Orologico Forum 3.0

L’identità di un forum di nicchia

Re:L’identità di un forum di nicchia
« Risposta #60 il: Luglio 16, 2017, 19:28:34 pm »
Buonasera, signori.

Io come qualcun altro non intervengo da qualche tempo, e come già detto dagli altri la ritengo una cosa quasi fisiologica nell'economia di un forum come questo.
Probabilmente però, un angolo di discussione così piccolo per numero di partecipanti trova in questo tanto la sua forza quanto la sua debolezza: i rapporti possono stringersi con maggior rapidità e le complicità rafforzarsi incontrandosi praticamente tutti i (pochi) utenti su praticamente tutte le (poche, ma varie) discussioni; altrettanto però le antipatie riescono facilmente ad esacerbare in faide o guerriglie personali che, visto il ridotto ricambio, fanno presto ad inquinare l'aria per tutti i partecipanti.

La qualità e la competenza assoluta dei forumisti è tanto garanzia di alto livello dei topic e delle esperienze, quanto deterrente per i profani o gli amatori che si avvicinano al mondo delle lancette tramite queste pagine e che spesso si sentono di poter afferire ben poco rispetto a chi ha dalla sua decenni di esperienza e che, forse anche comprensibilmente da parte dei più esperti ma fastidiosamente per i novizi stessi, si trovano di fronte a giudizi ed ostentazione di nozioni che non aiutano la voglia di mettersi in gioco.

Io l'ho fatto - nel mio piccolo - mi sono subito sentito ben accolto nonostante potessi essere figlio se non nipote di diversi senatori di orologico e mi sono un po' assentato solo perché - dopo un po' - il discutere sempre con gli stessi (gradevolissimi e simpaticissimi) forumisti di cui si conoscono già gusti e pareri diventa stucchevole.

Auguro a tutti delle fantastiche vacanze!
"Dum differtur, vita transcurrit" (L. A. Seneca)

alanford

  • *****
  • 5424
  • Ciampino
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:L’identità di un forum di nicchia
« Risposta #61 il: Luglio 16, 2017, 19:31:53 pm »
Buonasera, signori.

Io come qualcun altro non intervengo da qualche tempo, e come già detto dagli altri la ritengo una cosa quasi fisiologica nell'economia di un forum come questo.
Probabilmente però, un angolo di discussione così piccolo per numero di partecipanti trova in questo tanto la sua forza quanto la sua debolezza: i rapporti possono stringersi con maggior rapidità e le complicità rafforzarsi incontrandosi praticamente tutti i (pochi) utenti su praticamente tutte le (poche, ma varie) discussioni; altrettanto però le antipatie riescono facilmente ad esacerbare in faide o guerriglie personali che, visto il ridotto ricambio, fanno presto ad inquinare l'aria per tutti i partecipanti.

La qualità e la competenza assoluta dei forumisti è tanto garanzia di alto livello dei topic e delle esperienze, quanto deterrente per i profani o gli amatori che si avvicinano al mondo delle lancette tramite queste pagine e che spesso si sentono di poter afferire ben poco rispetto a chi ha dalla sua decenni di esperienza e che, forse anche comprensibilmente da parte dei più esperti ma fastidiosamente per i novizi stessi, si trovano di fronte a giudizi ed ostentazione di nozioni che non aiutano la voglia di mettersi in gioco.

Io l'ho fatto - nel mio piccolo - mi sono subito sentito ben accolto nonostante potessi essere figlio se non nipote di diversi senatori di orologico e mi sono un po' assentato solo perché - dopo un po' - il discutere sempre con gli stessi (gradevolissimi e simpaticissimi) forumisti di cui si conoscono già gusti e pareri diventa stucchevole.

Auguro a tutti delle fantastiche vacanze!

Bentornato!
 

leolunetta

  • *****
  • 7793
  • 34/36mm fan club member
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:L’identità di un forum di nicchia
« Risposta #62 il: Luglio 16, 2017, 20:00:14 pm »
Buonasera, signori.

Io come qualcun altro non intervengo da qualche tempo, e come già detto dagli altri la ritengo una cosa quasi fisiologica nell'economia di un forum come questo.
Probabilmente però, un angolo di discussione così piccolo per numero di partecipanti trova in questo tanto la sua forza quanto la sua debolezza: i rapporti possono stringersi con maggior rapidità e le complicità rafforzarsi incontrandosi praticamente tutti i (pochi) utenti su praticamente tutte le (poche, ma varie) discussioni; altrettanto però le antipatie riescono facilmente ad esacerbare in faide o guerriglie personali che, visto il ridotto ricambio, fanno presto ad inquinare l'aria per tutti i partecipanti.

La qualità e la competenza assoluta dei forumisti è tanto garanzia di alto livello dei topic e delle esperienze, quanto deterrente per i profani o gli amatori che si avvicinano al mondo delle lancette tramite queste pagine e che spesso si sentono di poter afferire ben poco rispetto a chi ha dalla sua decenni di esperienza e che, forse anche comprensibilmente da parte dei più esperti ma fastidiosamente per i novizi stessi, si trovano di fronte a giudizi ed ostentazione di nozioni che non aiutano la voglia di mettersi in gioco.

Io l'ho fatto - nel mio piccolo - mi sono subito sentito ben accolto nonostante potessi essere figlio se non nipote di diversi senatori di orologico e mi sono un po' assentato solo perché - dopo un po' - il discutere sempre con gli stessi (gradevolissimi e simpaticissimi) forumisti di cui si conoscono già gusti e pareri diventa stucchevole.

Auguro a tutti delle fantastiche vacanze!

Perchè ora ti riaffacci per un cameo a settembre?  ;D
 
Per il tuo discorso condivido abbastanza, hai colto dettagli che secondo me sono sfuggiti anche ai più navigati. A parte la frase con lo "stucchevole", diciamo che siamo sulla stessa lunghezza per le idee sull'andamento del forum.

bojwolb

  • *****
  • 29183
  • Stronzo chi legge...Fabri Fibra e Pelu' docet!
    • Mostra profilo
Re:L’identità di un forum di nicchia
« Risposta #63 il: Luglio 16, 2017, 20:59:34 pm »
Buonasera, signori.

Io come qualcun altro non intervengo da qualche tempo, e come già detto dagli altri la ritengo una cosa quasi fisiologica nell'economia di un forum come questo.
Probabilmente però, un angolo di discussione così piccolo per numero di partecipanti trova in questo tanto la sua forza quanto la sua debolezza: i rapporti possono stringersi con maggior rapidità e le complicità rafforzarsi incontrandosi praticamente tutti i (pochi) utenti su praticamente tutte le (poche, ma varie) discussioni; altrettanto però le antipatie riescono facilmente ad esacerbare in faide o guerriglie personali che, visto il ridotto ricambio, fanno presto ad inquinare l'aria per tutti i partecipanti.

La qualità e la competenza assoluta dei forumisti è tanto garanzia di alto livello dei topic e delle esperienze, quanto deterrente per i profani o gli amatori che si avvicinano al mondo delle lancette tramite queste pagine e che spesso si sentono di poter afferire ben poco rispetto a chi ha dalla sua decenni di esperienza e che, forse anche comprensibilmente da parte dei più esperti ma fastidiosamente per i novizi stessi, si trovano di fronte a giudizi ed ostentazione di nozioni che non aiutano la voglia di mettersi in gioco.

Io l'ho fatto - nel mio piccolo - mi sono subito sentito ben accolto nonostante potessi essere figlio se non nipote di diversi senatori di orologico e mi sono un po' assentato solo perché - dopo un po' - il discutere sempre con gli stessi (gradevolissimi e simpaticissimi) forumisti di cui si conoscono già gusti e pareri diventa stucchevole.

Auguro a tutti delle fantastiche vacanze!

Perchè ora ti riaffacci per un cameo a settembre?  ;D
 
Per il tuo discorso condivido abbastanza, hai colto dettagli che secondo me sono sfuggiti anche ai più navigati. A parte la frase con lo "stucchevole", diciamo che siamo sulla stessa lunghezza per le idee sull'andamento del forum.

Mi associo al buon Leolunetta per tutto.

Istaro

  • *****
  • 2486
    • Mostra profilo
Re:L’identità di un forum di nicchia
« Risposta #64 il: Luglio 16, 2017, 22:56:38 pm »
Buonasera, signori.

Bentornato.


La qualità e la competenza assoluta dei forumisti è tanto garanzia di alto livello dei topic e delle esperienze, quanto deterrente per i profani o gli amatori che si avvicinano al mondo delle lancette tramite queste pagine e che spesso si sentono di poter afferire ben poco rispetto a chi ha dalla sua decenni di esperienza e che, forse anche comprensibilmente da parte dei più esperti ma fastidiosamente per i novizi stessi, si trovano di fronte a giudizi ed ostentazione di nozioni che non aiutano la voglia di mettersi in gioco.

Io l'ho fatto - nel mio piccolo - mi sono subito sentito ben accolto (...)

Ecco, spero che anche altri che leggono con assiduità ma intervengono poco possano "buttarsi", scoprendo che il clima per i meno esperti (come hai sperimentato tu e anch'io prima di te) non è affatto ostico.

Si impara poco per volta.

E, nel frattempo, ogni intervento è ugualmente utile.

Si possono porre domande intelligenti: che aiutano non solo chi le pone e altri forumisti, grazie alle risposte; ma possono "costringere" anche i più esperti ad approfondire e formalizzare meglio le proprie conoscenze.
Si possono fornire informazioni preziose su singoli argomenti (perché magari si è posseduta proprio quella tale referenza, ecc.).
Si possono infine arricchire le discussioni con "contaminazioni" di altre materie, grazie a specifiche competenze (tecniche, economiche, storiche, di costume, ecc.) maturate, che possono risultare decisive per una maggiore comprensione del "fenomeno" orologi.
« Ultima modifica: Luglio 16, 2017, 23:03:45 pm da Istaro »
"Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare" (Seneca)

guagua72

  • *****
  • 2563
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:L’identità di un forum di nicchia
« Risposta #65 il: Luglio 17, 2017, 12:07:34 pm »
Sembra già detto tutto alle volte, invece non è così.