Orologico Forum 3.0

L'IWC automatico del mio papā

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #15 il: Aprile 08, 2019, 19:57:36 pm »




Nell'ultima immagine, sullo sfondo, Christian Ferrari, il "Tarlociaru" di Lecce, che ringrazio ancora.



e.m.

  • *****
  • 1136
    • Mostra profilo
Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #16 il: Aprile 08, 2019, 21:59:41 pm »
Ancora complimenti.

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #17 il: Aprile 09, 2019, 11:15:56 am »
Ancora complimenti.
Grazie!
Peraltro devo ammettere che l'impegno nel restauro di questo orologio mi ha fatto riaccendere la passione (mai davvero sopita) per i vintage.

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #18 il: Aprile 09, 2019, 13:11:06 pm »
bellissimo orologio...arricchito da un valore affettivo incommensurabile. Con sana invidia

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #19 il: Aprile 09, 2019, 19:06:23 pm »
Grazie!
Credo che ognuno di noi debba impegnarsi al recupero dei "vecchi" orologi che possiede, innanzitutto per motivi affettivi, poi perchč molto spesso nascondono piccole meraviglie della meccanica che vale sempre la pena conservare al meglio.

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #20 il: Aprile 11, 2019, 06:22:00 am »
Grazie!
Credo che ognuno di noi debba impegnarsi al recupero dei "vecchi" orologi che possiede, innanzitutto per motivi affettivi, poi perchč molto spesso nascondono piccole meraviglie della meccanica che vale sempre la pena conservare al meglio.

innanzitutto complimenti per l'orologio,modello sempre verde di ottima marca e di interesse collezionistico elevato indipendentemente dall'essere un caro ricordo

tuttavia,nella maggior parte dei casi,i vecchi ritrovamenti di famiglia riguardano orologi di nessun pregio e/o interesse collezionistico,nei quali,una rimessa a nuovo supera di gran lunga il valore commerciale dell'orologio in questione
,e quindi la decisione di un totale e costoso ripristino  č da valutare con attenzione

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #21 il: Aprile 11, 2019, 14:23:58 pm »
Grazie!
Credo che ognuno di noi debba impegnarsi al recupero dei "vecchi" orologi che possiede, innanzitutto per motivi affettivi, poi perchč molto spesso nascondono piccole meraviglie della meccanica che vale sempre la pena conservare al meglio.

innanzitutto complimenti per l'orologio,modello sempre verde di ottima marca e di interesse collezionistico elevato indipendentemente dall'essere un caro ricordo

tuttavia,nella maggior parte dei casi,i vecchi ritrovamenti di famiglia riguardano orologi di nessun pregio e/o interesse collezionistico,nei quali,una rimessa a nuovo supera di gran lunga il valore commerciale dell'orologio in questione
,e quindi la decisione di un totale e costoso ripristino  č da valutare con attenzione
Qualche volta si, accade questo.
Nel caso del IWC confesso che all'inizio mi sono rivolto al concessionario ufficiale di Taranto, ma il tecnico, dopo averlo aperto, mi ha proposto un'unica soluzione: inviarlo in Svizzera, dove lo avrebbero aperto, valutato e redatto un preventivo per la rimessa a nuovo.
Mi ha dato fastidio questo modo di fare, dato che non stiamo palando di un orologio pluricomplicato (nessuna garanzia sulla riparabilitā, nessuna idea di preventivo, nessuna garanzia sui tempi dell'intervento, invio e reso a mie spese se non avessi accettato il preventivo ecc. ecc., perfino una banale ricerca d'archivio ha un costo proibitivo), quindi ho rimesso l'orologio nel cassetto in attesa di novitā, che si sono concretizzate nell'intervento di un altro forumista che mi ha fatto conoscere Tarlociaru di Lecce; il resto lo sapete.

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #22 il: Aprile 12, 2019, 08:59:28 am »
per gli orologi d'epoca č molto meglio rivolgersi a vecchi orologiai generici,e non rivolgersi ai concessionari per i quali l'orologoi d'epoca č solo un fastidioso concorrente rispetto alle vendite del nuovo

le case svizzere poi,nella quasi totalitā, hanno ben poca pratica con i loro modelli del passato,e spesso ricevendo vecchi orologi da manutenere si rivolgono a vecchi orologiai esterni

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #23 il: Aprile 12, 2019, 10:13:36 am »
per gli orologi d'epoca č molto meglio rivolgersi a vecchi orologiai generici,e non rivolgersi ai concessionari per i quali l'orologoi d'epoca č solo un fastidioso concorrente rispetto alle vendite del nuovo

le case svizzere poi,nella quasi totalitā, hanno ben poca pratica con i loro modelli del passato,e spesso ricevendo vecchi orologi da manutenere si rivolgono a vecchi orologiai esterni
Io credo che sia una sciocchezza. Molte case automobilistiche, perfino una generalista come FCA, hanno creato servizi speciali per i proprietari di auto d'epoca: premesso che certamente lo fanno per guaagnarci, questi servizi consentono di fidelizzare il cliente al marchio.
Ci si aspetterebbe che un marchio come IWC, che non vende e non ha mai venduto orologi economici, abbia tutto l'interesse a fare altrettanto....

e.m.

  • *****
  • 1136
    • Mostra profilo
Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #24 il: Aprile 12, 2019, 13:18:21 pm »
Dai retta a calendarmeto,fidati.

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #25 il: Aprile 12, 2019, 17:59:26 pm »
Che belli questi Iwc degli anni passati. Il cinturino gli dona molto, orologio da usare.
Se non ricordo male esisteva una discussione sugli orologi tramandati, andrebbe aggiornata con questo  ;)

Istaro

  • *****
  • 3465
    • Mostra profilo
Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #26 il: Aprile 12, 2019, 22:27:33 pm »
Se non ricordo male esisteva una discussione sugli orologi tramandati, andrebbe aggiornata con questo  ;)

Eccola: http://www.orologico.info/index.php?topic=22350.0   :)
"Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare" (Seneca)

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #27 il: Aprile 13, 2019, 11:37:57 am »
Dai retta a calendarmeto,fidati.
Certo che mi fido!
Perō continuo a pensare che sbaglino a comportarsi cosė.

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #28 il: Maggio 03, 2019, 18:48:02 pm »
C'č un modello di Omega Constelllation, quello non a fette di torta, che ha lo stesso stile di questo Iwc, si assomigliano molto....entrambi automatici, entrambi inox, quadrante molto simile un po' arrotondato verso l'esterno. Si potrebbbe fare un paragone? Quale dei due č superiore? Logico che non si parla di opere d'arte ma di macchine. Materiali, costruzione, rifiniture, sicuramente uno dei due batte l'altro.

Re:L'IWC automatico del mio papā
« Risposta #29 il: Maggio 04, 2019, 12:06:03 pm »
C'č un modello di Omega Constelllation, quello non a fette di torta, che ha lo stesso stile di questo Iwc, si assomigliano molto....entrambi automatici, entrambi inox, quadrante molto simile un po' arrotondato verso l'esterno. Si potrebbbe fare un paragone? Quale dei due č superiore? Logico che non si parla di opere d'arte ma di macchine. Materiali, costruzione, rifiniture, sicuramente uno dei due batte l'altro.
Beh, non necessariamente.
Parlando di meccanica, il sistema Pellaton č stato ampiamente lodato, ma anche i calibri Omega della stessa epoca erano degni di nota. In ogni caso sono sicuro che i pių esperti di me potranno aggiungere qualcosa al riguardo.


Per quanto riguarda il design, tutti i prodotti industriali (o quasi) della stessa epoca tendono ad assomigliarsi perchč seguono le tendenze del design ed i gusti degli acquirenti dello stesso periodo, quindi sono sicuro che potrai trovare anche dei Longines, dei LeCoultre, dei Rolex, degli Universal, dei Movado ecc. che somigliano al mio IWC, ma questo non vuol dire che uno o pių marchi lo abbiano copiato e viceversa.