Orologico Forum 3.0

La nostra passione al tempo del Corona Virus

Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7171
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
La nostra passione al tempo del Corona Virus
« il: Marzo 17, 2020, 08:00:38 am »
Noi continuiamo tranquillamente a discutere della nostra passione.
Nessuno lo nomina ma è tra noi.
Cambierà qualcosa in futuro?
L'economia si sta stravolgendo, molti finiranno in miseria e non solo in Italia, cosa succederà e riusciremo a continuare  a discutere di lancette e rotelle tranquillamente come se niente fosse?
Ieri i primi due casi anche nella mia città.
La mia azienda è aperta, stiamo completando alcune commesse per l'estero ma  l'Italia è morta!

diemmeo

  • *****
  • 1173
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #1 il: Marzo 17, 2020, 12:12:35 pm »
È una domanda che, credo, tutti ci stiamo ponendo in questo periodo di forzata inattività.
Ci fa capire quanto sia effimera la vita e quali siano i veri valori.
Possiamo continuare per ora a discutere di orologi?
Credo e spero di sì.
È il tempo di approfondimenti e riflessioni.
Gli orologi sono una forma di distrazione e svago e, come tali, svolgono una funzione, a mio avviso, utile se ci fanno rilassare per qualche tempo.
 

e.m.

  • *****
  • 2269
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #2 il: Marzo 17, 2020, 15:29:27 pm »
Noi continuiamo tranquillamente a discutere della nostra passione.
Nessuno lo nomina ma è tra noi.
Cambierà qualcosa in futuro?
L'economia si sta stravolgendo, molti finiranno in miseria e non solo in Italia, cosa succederà e riusciremo a continuare  a discutere di lancette e rotelle tranquillamente come se niente fosse?
Ieri i primi due casi anche nella mia città.
La mia azienda è aperta, stiamo completando alcune commesse per l'estero ma  l'Italia è morta!
L'Italia non e' morta,e' moribonda.
La spinta finale,se vogliamo cantarle il De Profundis,ce la possiamo dare da soli.
L'unica possibilita' di sopravvivere e' quella di tapparsi in casa,letteralmente.
I virus non si vedono,non si sentono,non hanno odore.
Tutti possiamo gia' essere stati contagiati,pur stando fisicamente benissimo.
Ed un contagiato ne contagia altri 10,ed ognuno altri 10.
Hai voglia a mascherine,occhiali protettivi...il virus ti frega.

e.m.

  • *****
  • 2269
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #3 il: Marzo 17, 2020, 15:34:52 pm »
È una domanda che, credo, tutti ci stiamo ponendo in questo periodo di forzata inattività.
Ci fa capire quanto sia effimera la vita e quali siano i veri valori.
Possiamo continuare per ora a discutere di orologi?
Credo e spero di sì.
È il tempo di approfondimenti e riflessioni.
Gli orologi sono una forma di distrazione e svago e, come tali, svolgono una funzione, a mio avviso, utile se ci fanno rilassare per qualche tempo.
A meno di non credersi superuomini credo che ognuno di noi sappia di essere a rischio.
Gli orologi distolgono il pensiero dalla possibile catastrofe.
Abusiamo in questi giorni di questa nostra passione,non puo' farci che bene!

Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7171
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #4 il: Marzo 17, 2020, 18:05:17 pm »
È una domanda che, credo, tutti ci stiamo ponendo in questo periodo di forzata inattività.
Ci fa capire quanto sia effimera la vita e quali siano i veri valori.
Possiamo continuare per ora a discutere di orologi?
Credo e spero di sì.
È il tempo di approfondimenti e riflessioni.
Gli orologi sono una forma di distrazione e svago e, come tali, svolgono una funzione, a mio avviso, utile se ci fanno rilassare per qualche tempo.
A meno di non credersi superuomini credo che ognuno di noi sappia di essere a rischio.
Gli orologi distolgono il pensiero dalla possibile catastrofe.
Abusiamo in questi giorni di questa nostra passione,non puo' farci che bene!

Purtroppo oltre al virus che già è un problema grosso ci sono altri pensieri che distraggono dagli orologi.
Questi deficenti che ci governano hanno posticipato IVA e tasse alle squadre di calcio fino al 30 Giugno.
Ed a noi l'hanno posticipate di QUATTRO giorni, dal 16 al 20 Marzo.
Ma se non stiamo fatturando un c****o, come le paghiamo?
Sono decisamente maledetti!

e.m.

  • *****
  • 2269
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #5 il: Marzo 17, 2020, 19:15:56 pm »
A noi professionisti pare andranno 600 euro,evviva!

Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7171
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #6 il: Marzo 17, 2020, 19:29:53 pm »
A noi professionisti pare andranno 600 euro,evviva!

Te ce prendi un bel Bulova al quarzo dai! ;D

fansie

  • *****
  • 2570
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #7 il: Marzo 18, 2020, 08:12:14 am »
L'altra mia grande passione, quella più dispendiosa, su cui butto il 90% delle mie risorse e del mio tempo, è più contagiosa. Ho pertanto sospeso l'attività, in ottemperanza del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, fino a data da destinarsi.
Federico

Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #8 il: Marzo 18, 2020, 12:46:10 pm »
È una domanda che, credo, tutti ci stiamo ponendo in questo periodo di forzata inattività.
Ci fa capire quanto sia effimera la vita e quali siano i veri valori.
Possiamo continuare per ora a discutere di orologi?
Credo e spero di sì.
È il tempo di approfondimenti e riflessioni.
Gli orologi sono una forma di distrazione e svago e, come tali, svolgono una funzione, a mio avviso, utile se ci fanno rilassare per qualche tempo.
A meno di non credersi superuomini credo che ognuno di noi sappia di essere a rischio.
Gli orologi distolgono il pensiero dalla possibile catastrofe.
Abusiamo in questi giorni di questa nostra passione,non puo' farci che bene!

Purtroppo oltre al virus che già è un problema grosso ci sono altri pensieri che distraggono dagli orologi.
Questi deficenti che ci governano hanno posticipato IVA e tasse alle squadre di calcio fino al 30 Giugno.
Ed a noi l'hanno posticipate di QUATTRO giorni, dal 16 al 20 Marzo.
Ma se non stiamo fatturando un c****o, come le paghiamo?
Sono decisamente maledetti!
E' qualcosa di più che ridicolo! E' incredibile, assurdo, da idioti dementi!
Comu lu nonnu!
"La fuffa è l'unico elemento di un orologio che mantiene il suo valore nel tempo." Cit. alanford, 28.11.2016 alle 10:49:55

Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #9 il: Marzo 18, 2020, 14:58:10 pm »
Condivido l'idea che le passioni che possono essere sviluppate tra le mura domestiche (gli orologi per tutti, per me anche i libri e le carte antiche) contribuiscono a distrarci e ad evitare di alienarci nelle ore di forzata inattività.
Spero che giolloni (lessema moderno per descrivere in maniera bonaria le teste di prepuzio) che fino ad oggi hanno allegramente votato grullini e piddini, o che hanno partecipato ai raduni di pesce azzurro possano rendersi conto, anche sulla propria pelle, che la comunità europea, così come è strutturata oggi, è servita solamente a scalzarci dal posto di quinta potenza economica mondiale che detenevamo fino al 1994.
Non c'è bisogno che votino il centrodestra: se proprio lo ritengono non facente alla loro ideologia è sufficiente che rimangano a casa.

Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7171
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #10 il: Marzo 18, 2020, 15:41:05 pm »
Condivido l'idea che le passioni che possono essere sviluppate tra le mura domestiche (gli orologi per tutti, per me anche i libri e le carte antiche) contribuiscono a distrarci e ad evitare di alienarci nelle ore di forzata inattività.
Spero che giolloni (lessema moderno per descrivere in maniera bonaria le teste di prepuzio) che fino ad oggi hanno allegramente votato grullini e piddini, o che hanno partecipato ai raduni di pesce azzurro possano rendersi conto, anche sulla propria pelle, che la comunità europea, così come è strutturata oggi, è servita solamente a scalzarci dal posto di quinta potenza economica mondiale che detenevamo fino al 1994.
Non c'è bisogno che votino il centrodestra: se proprio lo ritengono non facente alla loro ideologia è sufficiente che rimangano a casa.

Come non quotarti?

Bertroo

  • *****
  • 32983
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #11 il: Marzo 18, 2020, 23:39:55 pm »
Mah...non so.
Non so cosa succederà, probabilmente dipende anche da noi.
Vi dico la verità, stavo per chiudere per un PP, o meglio avevo già contattato un amico del forum per andarlo a vedere assieme a lui perché volevo prenderlo, ma 3gg dopo hanno ordinato la quarantena.
Ora quel PP è ancora lì, potrei fare bonifico e riceverlo a casa, ma mi è passata la voglia. Non sono né in sentimenti e sopratutto non so come andrà.
Per cui, per ora, mi faccio una risata e una “rilassata” con gli orologi, con la promessa che mi sono fatto che non appena finisce e riprendo, quel PP me lo vado a vedere...
« Ultima modifica: Marzo 18, 2020, 23:50:04 pm da Bertroo »

Istaro

  • *****
  • 3658
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #12 il: Marzo 19, 2020, 00:12:21 am »
Condivido l'idea che le passioni che possono essere sviluppate tra le mura domestiche (gli orologi per tutti, per me anche i libri e le carte antiche) contribuiscono a distrarci e ad evitare di alienarci nelle ore di forzata inattività.
Spero che giolloni (lessema moderno per descrivere in maniera bonaria le teste di prepuzio) che fino ad oggi hanno allegramente votato grullini e piddini, o che hanno partecipato ai raduni di pesce azzurro possano rendersi conto, anche sulla propria pelle, che la comunità europea, così come è strutturata oggi, è servita solamente a scalzarci dal posto di quinta potenza economica mondiale che detenevamo fino al 1994.
Non c'è bisogno che votino il centrodestra: se proprio lo ritengono non facente alla loro ideologia è sufficiente che rimangano a casa.

Le responsabilità della classe politica al governo sono gravissime, anche perché la sottovalutazione del pericolo che incombeva non è stata frutto solo di insipienza, ma anche di deliberata e vile omissione.

I virologi più avveduti - cito Galli, Burioni, Crisanti - avevano chiaramente spiegato a che cosa andavamo incontro e che cosa bisognava fare per contenere la diffusione dell'epidemia.
Ma i politicanti che ricoprono ruoli di governo hanno volutamente ignorato gli avvertimenti e preso in giro con ironia ebete gli "allarmisti". Sono restati prigionieri dei loro paraocchi ideologici (guai a "discriminare" chi veniva dall'estero!); e incapaci di resistere alla pressione delle lobbies  economiche (del turismo, del commercio, ecc.) e dell'elettorato, che poteva reagire male a provvedimenti restrittivi senza aver ancora toccato con mano il pericolo.  >:(

Prima hanno iniziato a ripeterci che è il coronavirus è pericoloso "come l'influenza" (ma i dati provenienti dalla Cina dicevano già tutt'altro); poi che "colpisce solo anziani e malati" (un'affermazione che vorrebbe essere tranquillizzante, ma invece - oltre che inesatta - è semplicemente squallida  >:( :-X); poi che non è vero che in Italia il contagio è maggiore rispetto ad altri Paesi, ma è solo che noi "siamo più onesti perché facciamo più tamponi" (e i morti? E i reparti di terapia intensiva che si riempiono? Questi pretendevano - e ancora pretendono, perché in realtà i tamponi continuano a essere pochi rispetto alla vastità del contagio - di fermare la febbre rompendo il termometro!  :'( ); anziché far rispettare le misure restrittive, fanno "appello al senso di responsabilità dei cittadini"...

Hanno fatto come il governo Giolitti, che nascose l'epidemia di colera a Napoli del 1910 (finendo col favorirne la diffusione) per non rovinarsi l'immagine internazionale.

Insomma, per non medicarci una ferita con un disinfettante doloroso, hanno scelto di farci amputare la mano (e speriamo non anche il braccio): ora con le vite umane, nel prossimo futuro con una nuova crisi economica.

Detto tutto ciò, e chiarito che chi ha la responsabilità  di governare non può invocare alibi e dovrà pagare il prezzo più alto di questo scempio, bisogna anche dire che al Paese sarebbe servito avere un'opposizione limpida e decisa, che invocasse a voce alta e senza tentennamenti la necessità di provvedimenti rigorosi.

E invece, dopo l'iniziale fuoco di sbarramento sulla necessità di bloccare gli ingressi dalla Cina, giunto il momento in cui dovevano essere adottate misure severe nel nostro Paese, anche il centrodestra ha iniziato a sentire le sirene di fasce di elettorato vicine, che quelle misure non gradivano...
Per cui è iniziato il balletto "chiudiamo/riapriamo/richiudiamo".

In questa circostanza anche le forze di opposizione, sia pure in misura meno evidente della maggioranza, hanno purtroppo dimostrato che la ricerca del consenso di breve termine prevale sulla capacità di guidare e indirizzare l'elettorato, con scelte a volte impopolari nell'immediato, ma capaci di dimostrarsi vincenti in una prospettiva più lungimirante.  :(
« Ultima modifica: Marzo 19, 2020, 09:26:15 am da Istaro »
"Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare" (Seneca)

Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #13 il: Marzo 19, 2020, 15:39:43 pm »
In questa circostanza anche le forze di opposizione, sia pure in misura meno evidente della maggioranza, hanno purtroppo dimostrato che la ricerca del consenso di breve termine prevale sulla capacità di guidare e indirizzare l'elettorato, con scelte a volte impopolari nell'immediato, ma capaci di dimostrarsi vincenti in una prospettiva più lungimirante.  :(
Le forze di opposizione (e qualche mosca bianca grillina) hanno fatto eco ai loro governatori: infiniti meme presenti sui social ci stanno ricordando la consecutio temporum delle dichiarazioni di fine febbraio ed inizio marzo, così come ci stanno ricordando le proposte di "combattere il virus del razzismo con il virus della cultura".

Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #14 il: Marzo 19, 2020, 15:40:26 pm »
Mah...non so.
Non so cosa succederà, probabilmente dipende anche da noi.
Vi dico la verità, stavo per chiudere per un PP, o meglio avevo già contattato un amico del forum per andarlo a vedere assieme a lui perché volevo prenderlo, ma 3gg dopo hanno ordinato la quarantena.
Ora quel PP è ancora lì, potrei fare bonifico e riceverlo a casa, ma mi è passata la voglia. Non sono né in sentimenti e sopratutto non so come andrà.
Per cui, per ora, mi faccio una risata e una “rilassata” con gli orologi, con la promessa che mi sono fatto che non appena finisce e riprendo, quel PP me lo vado a vedere...

Assolutamente comprensibile.
Speriamo che il venditore non lo consideri un bene rifugio, altrimenti ti chiederà un sovraprezzo!