Orologico Forum 3.0

La nostra passione al tempo del Corona Virus

Alan Ford

  • *****
  • 7252
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #30 il: Marzo 22, 2020, 20:46:38 pm »
Purtroppo siamo governati (ma questo oramai da decenni) da incompetenti patentati.
In questa emergenza hanno lasciato aperte le profumerie, i negozi di cialde per il caffè, le acqua e sapone per i detersivi, le fermamente, tutti luoghi in cui è più recicoloso assembrarsi e che NON SONO INDISPENSABILI.
I posti di produzione,io guardo la mia azienda che pericolo produce?
Gli oprai sono distanti 5-6 metri l'uno dall'altro, tra l'altro il "premier" ha fatto una conferenza stampa sui nuovi provvedimenti senza averli ancora decisi completamente.
Qualsiasi premier serio avrebbe atteso di firmare il decreto, che fosse uscito sulla gazzetta ufficiale e poi fatta la conferenza stampa.
I soliti peracottai capitati li per culo più che per meriti.


e.m.

  • *****
  • 2362
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #31 il: Marzo 23, 2020, 10:18:48 am »
Sono politici di professione,non hanno mai lavorato un giorno nella propria esistenza.

Patrizio

  • *****
  • 15657
  • Homo sapiens non urinat in ventum
    • MSN Messenger - patmonfa@hotmail.com
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #32 il: Marzo 23, 2020, 11:28:02 am »
ragazzi, fatemi dire due cose:
1) da divano siamo tutti ct, presidenti del consiglio ecc.ecc. non credo sia un mestiere facile adesso. nessuno si è trovato in questa situazione, e sia sinistra che a dx è stato detto tutto e il suo contrario. Dopodichè anche in altri paesi che noi potremmo reputare  più civili di noi il casino è alto e sarà a breve ancora più alto. Noi avevamo davanti la cina e non abbiamo imparato, questi hanno davanti cina e italia e fanno gli stessi errori. ergo non mi lamenterei eccessivamente.
2) per l'economia si dovrebbe fare di più, certamente. ma, again, non è facile fare, soprattutto con i vincoli di bilancio che abbiamo. che adesso l'europa ha allentato e che ci consentiranno manovra in più. però di nuovo, facile lamentarsi dal divano. chiaro che adesso soffrono aziende e professionisti. che sono però quelli, non tutti ovviamente, di certo non chi scrive qui, che quando possono non dare il dovuto non lo danno e trovano mille modi per non dare. colpa dei tagli? certamente, colpa dei vincoli eu, certo almeno in parte. però colpa anche dei 100 mld di evasione/anno del nostro amato paese. Facile fare i donatori quando ne hai evasi molti di più.
3) non ho visto da nessuno a nessun livello un minimo di mea culpa. di come i soldi sono stati spesi. abbiamo migliaia di soldati per fare un esempio: sono stipendi, pensioni ecc.. a che c****o servano me lo dovete dire; è stato mai tagliato seriamente là? non mi pare. i tagli si fanno alla sanità e alla ricerca. ciò per dire che noi come paese le risorse le spendiamo male, malissimo.

siamo tutti sulla stessa barca abbastanza affondante. parliamo di orologi che è meglio..
Non concordo nemmeno con una virgola con questo intervento che ritengo, serenamente&pacatamente, qualunquista e da ct della nazionale.
1) al governo c'è la sinistra, la stessa forxa politica che nelle regioni dove governa ha chiuso ospedali e tagliato posti letto, una realtà che in stanno facendo finta di dimenticare.
Era responsabilità del governo di sinistra dover ragionare su quanto sta accadendo in cina, accorgersi che la regione dove è sita wuhan (e che i cinesi hanno chiuso militarmente) ha una popolazione quasi pari a quella italiana.
Quanto all'opposizione, rappresentata in questo periodo storico dal centrodestra, ha poco da fare: ricordo che non può nemmeno opporsi alla chiusura del parlamento ed è ridotta a chiedere l'intervento del presidente della repubblica, eletto a sua volta da una maggioranza di centrosinistra, maggioranza che tiene in vita artificiosamente unicamente per perseguire il personalissimo scopo di garantirsi la rielezione.
2) i vincoli e le norme della ue, anche oggi, come al solito valgono solo per il nostro paese e solo perchè i governi di centrosinistra hanno deciso di seguirli pedissequamente. Non devo poi ricordare chi ha fortemente voluto il cambio euro/lira. Dare poi la colpa all'evasione fiscale è facile quanto fare la squadra ideale della nazionale del 1982.3) le forze armate, dai primi anni '90, subiscono tagli continui: so bene di cosa parlo in quanto sono un ufficiale in congedo dell'Esercito. E' una fortuna che i pochi reparti ed assetti superstiti continuino a garantire un livello sufficiente di efficienza.
Faccio un esempio concreto: a Taranto, la mia città, esiste un ospedale militare molto grande, fisicamente isolato dal resto della città da mura altissime, che potrebbe agevolmente supportare gli ospedali pugliesi o di altre regioni, accogliendo anche i malati contagiosi che potrebbero arrivare via mare o per via aerea: purtroppo i continui tagli lo hanno trasformato in un guscio vuoto, con interi padiglioni che sono ormai solo stanzoni vuoti, privi anche dei vecchi letti risalenti agli anni '40 del secolo scorso, venduti come ferro vecchio.
Tornando all'attuale governo di sinistra, data l'attuale emergenza, posto che tutte le operazioni di addestramento della NATO sono state sospese, posto che alcune operazioni militari (leggi: missioni di "pace") erano verosimilmente inutili anche quando sono state approvate (e anche qui parlo per esperienza personale), perchè non richiamare almeno una parte dei tanti reparti attivi all'estero per rischierarli in Italia e, soprattutto, risparmiare qualche soldino? La domanda finale poi, "a che c...o" servono, denota molta ignoranza (oltre al qualunquismo che ho già denunciato) anche della Costituzione e del ruolo che affida alle FF.AA., che servono eccome, se un governo preparato e consapevole decide di utilizzarle.

Questi i miei due centesimi di maledetto euro.


gent.mo, in altri lidi per un intervento del genere saresti stato bannato. Non per le opinini personali che hai, che rispetto, pur non condividendole, ma che ti segnalo non sono fatti; la cosa grave è dare dell'ignorante ad altri utenti qui, ed in particolare al sottoscritto che è il moderatore: mi pare la via più rapida per accorciarsi con merito la permanenza. Nei forumvigono dei regolamenti che alcuni devono far rispettare. Ecco, quello sono io. Il mio intervento voleva essere neutro. Non serviva commentare o controbattere, soprattutto nel modo suddetto. Il mio è un ammonimento, che ti serva da lezione perchè al prossimo insulto si va in cantina. e siccome leggo che sei stato ufficiale dell'esercito, allora questo è un ordine. Punto.
« Ultima modifica: Marzo 23, 2020, 11:34:18 am da Patrizio »
- Homo sapiens non urinat in ventum -


Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #33 il: Marzo 23, 2020, 17:26:52 pm »
ragazzi, fatemi dire due cose:
1) da divano siamo tutti ct, presidenti del consiglio ecc.ecc. non credo sia un mestiere facile adesso. nessuno si è trovato in questa situazione, e sia sinistra che a dx è stato detto tutto e il suo contrario. Dopodichè anche in altri paesi che noi potremmo reputare  più civili di noi il casino è alto e sarà a breve ancora più alto. Noi avevamo davanti la cina e non abbiamo imparato, questi hanno davanti cina e italia e fanno gli stessi errori. ergo non mi lamenterei eccessivamente.
2) per l'economia si dovrebbe fare di più, certamente. ma, again, non è facile fare, soprattutto con i vincoli di bilancio che abbiamo. che adesso l'europa ha allentato e che ci consentiranno manovra in più. però di nuovo, facile lamentarsi dal divano. chiaro che adesso soffrono aziende e professionisti. che sono però quelli, non tutti ovviamente, di certo non chi scrive qui, che quando possono non dare il dovuto non lo danno e trovano mille modi per non dare. colpa dei tagli? certamente, colpa dei vincoli eu, certo almeno in parte. però colpa anche dei 100 mld di evasione/anno del nostro amato paese. Facile fare i donatori quando ne hai evasi molti di più.
3) non ho visto da nessuno a nessun livello un minimo di mea culpa. di come i soldi sono stati spesi. abbiamo migliaia di soldati per fare un esempio: sono stipendi, pensioni ecc.. a che c****o servano me lo dovete dire; è stato mai tagliato seriamente là? non mi pare. i tagli si fanno alla sanità e alla ricerca. ciò per dire che noi come paese le risorse le spendiamo male, malissimo.

siamo tutti sulla stessa barca abbastanza affondante. parliamo di orologi che è meglio..
Non concordo nemmeno con una virgola con questo intervento che ritengo, serenamente&pacatamente, qualunquista e da ct della nazionale.
1) al governo c'è la sinistra, la stessa forxa politica che nelle regioni dove governa ha chiuso ospedali e tagliato posti letto, una realtà che in stanno facendo finta di dimenticare.
Era responsabilità del governo di sinistra dover ragionare su quanto sta accadendo in cina, accorgersi che la regione dove è sita wuhan (e che i cinesi hanno chiuso militarmente) ha una popolazione quasi pari a quella italiana.
Quanto all'opposizione, rappresentata in questo periodo storico dal centrodestra, ha poco da fare: ricordo che non può nemmeno opporsi alla chiusura del parlamento ed è ridotta a chiedere l'intervento del presidente della repubblica, eletto a sua volta da una maggioranza di centrosinistra, maggioranza che tiene in vita artificiosamente unicamente per perseguire il personalissimo scopo di garantirsi la rielezione.
2) i vincoli e le norme della ue, anche oggi, come al solito valgono solo per il nostro paese e solo perchè i governi di centrosinistra hanno deciso di seguirli pedissequamente. Non devo poi ricordare chi ha fortemente voluto il cambio euro/lira. Dare poi la colpa all'evasione fiscale è facile quanto fare la squadra ideale della nazionale del 1982.3) le forze armate, dai primi anni '90, subiscono tagli continui: so bene di cosa parlo in quanto sono un ufficiale in congedo dell'Esercito. E' una fortuna che i pochi reparti ed assetti superstiti continuino a garantire un livello sufficiente di efficienza.
Faccio un esempio concreto: a Taranto, la mia città, esiste un ospedale militare molto grande, fisicamente isolato dal resto della città da mura altissime, che potrebbe agevolmente supportare gli ospedali pugliesi o di altre regioni, accogliendo anche i malati contagiosi che potrebbero arrivare via mare o per via aerea: purtroppo i continui tagli lo hanno trasformato in un guscio vuoto, con interi padiglioni che sono ormai solo stanzoni vuoti, privi anche dei vecchi letti risalenti agli anni '40 del secolo scorso, venduti come ferro vecchio.
Tornando all'attuale governo di sinistra, data l'attuale emergenza, posto che tutte le operazioni di addestramento della NATO sono state sospese, posto che alcune operazioni militari (leggi: missioni di "pace") erano verosimilmente inutili anche quando sono state approvate (e anche qui parlo per esperienza personale), perchè non richiamare almeno una parte dei tanti reparti attivi all'estero per rischierarli in Italia e, soprattutto, risparmiare qualche soldino? La domanda finale poi, "a che c...o" servono, denota molta ignoranza (oltre al qualunquismo che ho già denunciato) anche della Costituzione e del ruolo che affida alle FF.AA., che servono eccome, se un governo preparato e consapevole decide di utilizzarle.

Questi i miei due centesimi di maledetto euro.


gent.mo, in altri lidi per un intervento del genere saresti stato bannato. Non per le opinini personali che hai, che rispetto, pur non condividendole, ma che ti segnalo non sono fatti; la cosa grave è dare dell'ignorante ad altri utenti qui, ed in particolare al sottoscritto che è il moderatore: mi pare la via più rapida per accorciarsi con merito la permanenza. Nei forumvigono dei regolamenti che alcuni devono far rispettare. Ecco, quello sono io. Il mio intervento voleva essere neutro. Non serviva commentare o controbattere, soprattutto nel modo suddetto. Il mio è un ammonimento, che ti serva da lezione perchè al prossimo insulto si va in cantina. e siccome leggo che sei stato ufficiale dell'esercito, allora questo è un ordine. Punto.
Questo intervento, non entrando nel merito di quanto ho detto, rende manifeste le mie ragioni e conferma quanto ho scritto.
Quanto al resto: certo, puoi bannarmi se credi, il forum è tuo e lo gestisci come meglio ritieni con legittima autorità, naturalmente gli astanti rimarranno liberi di considerare la questione e di farsi una personale opinione in merito, soprattutto sulle parti che ho contrassegnato in neretto..
Infine ricordo, a me stesso innanzitutto, che la Costituzione Italiana, sebbene soggetta ad interpretazioni in tanti, troppi punti, per altri argomenti è ben chiara e conoscerla è inannzitutto un diritto, ma soprattutto un dovere per ogni cittadino italiano.


e.m.

  • *****
  • 2362
    • Mostra profilo
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #34 il: Marzo 23, 2020, 18:11:18 pm »
Un appello,lasciamo da parte la politica e le sue implicazioni.
Discuterne e' sterile ed improduttivo.

Alan Ford

  • *****
  • 7252
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #35 il: Marzo 23, 2020, 18:29:50 pm »
Un appello,lasciamo da parte la politica e le sue implicazioni.
Discuterne e' sterile ed improduttivo.

Quando ho aperto la discussione non era mia intenzione parlare di politica ma la nostra passione al tempo del Corona Virus.
Solo che credo sia inevitabile andarci a finire.

Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #36 il: Marzo 23, 2020, 19:05:53 pm »
Un appello,lasciamo da parte la politica e le sue implicazioni.
Discuterne e' sterile ed improduttivo.
Accetto questo invito, a cui unisco quello di rileggere bene quello che si è scritto prima di premere il tasto invio.

La mia passione al tempo del corona virus? Fino a ieri sera la sfogavo con robuste ricerche in rete, da oggi, dato che wind sembra non garantire più velocità ed essendo costretto ad usare il cell come modem, nemmeno più quelle....

Patrizio

  • *****
  • 15657
  • Homo sapiens non urinat in ventum
    • MSN Messenger - patmonfa@hotmail.com
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:La nostra passione al tempo del Corona Virus
« Risposta #37 il: Marzo 23, 2020, 21:32:34 pm »
ragazzi, fatemi dire due cose:
1) da divano siamo tutti ct, presidenti del consiglio ecc.ecc. non credo sia un mestiere facile adesso. nessuno si è trovato in questa situazione, e sia sinistra che a dx è stato detto tutto e il suo contrario. Dopodichè anche in altri paesi che noi potremmo reputare  più civili di noi il casino è alto e sarà a breve ancora più alto. Noi avevamo davanti la cina e non abbiamo imparato, questi hanno davanti cina e italia e fanno gli stessi errori. ergo non mi lamenterei eccessivamente.
2) per l'economia si dovrebbe fare di più, certamente. ma, again, non è facile fare, soprattutto con i vincoli di bilancio che abbiamo. che adesso l'europa ha allentato e che ci consentiranno manovra in più. però di nuovo, facile lamentarsi dal divano. chiaro che adesso soffrono aziende e professionisti. che sono però quelli, non tutti ovviamente, di certo non chi scrive qui, che quando possono non dare il dovuto non lo danno e trovano mille modi per non dare. colpa dei tagli? certamente, colpa dei vincoli eu, certo almeno in parte. però colpa anche dei 100 mld di evasione/anno del nostro amato paese. Facile fare i donatori quando ne hai evasi molti di più.
3) non ho visto da nessuno a nessun livello un minimo di mea culpa. di come i soldi sono stati spesi. abbiamo migliaia di soldati per fare un esempio: sono stipendi, pensioni ecc.. a che c****o servano me lo dovete dire; è stato mai tagliato seriamente là? non mi pare. i tagli si fanno alla sanità e alla ricerca. ciò per dire che noi come paese le risorse le spendiamo male, malissimo.

siamo tutti sulla stessa barca abbastanza affondante. parliamo di orologi che è meglio..
Non concordo nemmeno con una virgola con questo intervento che ritengo, serenamente&pacatamente, qualunquista e da ct della nazionale.
1) al governo c'è la sinistra, la stessa forxa politica che nelle regioni dove governa ha chiuso ospedali e tagliato posti letto, una realtà che in stanno facendo finta di dimenticare.
Era responsabilità del governo di sinistra dover ragionare su quanto sta accadendo in cina, accorgersi che la regione dove è sita wuhan (e che i cinesi hanno chiuso militarmente) ha una popolazione quasi pari a quella italiana.
Quanto all'opposizione, rappresentata in questo periodo storico dal centrodestra, ha poco da fare: ricordo che non può nemmeno opporsi alla chiusura del parlamento ed è ridotta a chiedere l'intervento del presidente della repubblica, eletto a sua volta da una maggioranza di centrosinistra, maggioranza che tiene in vita artificiosamente unicamente per perseguire il personalissimo scopo di garantirsi la rielezione.
2) i vincoli e le norme della ue, anche oggi, come al solito valgono solo per il nostro paese e solo perchè i governi di centrosinistra hanno deciso di seguirli pedissequamente. Non devo poi ricordare chi ha fortemente voluto il cambio euro/lira. Dare poi la colpa all'evasione fiscale è facile quanto fare la squadra ideale della nazionale del 1982.3) le forze armate, dai primi anni '90, subiscono tagli continui: so bene di cosa parlo in quanto sono un ufficiale in congedo dell'Esercito. E' una fortuna che i pochi reparti ed assetti superstiti continuino a garantire un livello sufficiente di efficienza.
Faccio un esempio concreto: a Taranto, la mia città, esiste un ospedale militare molto grande, fisicamente isolato dal resto della città da mura altissime, che potrebbe agevolmente supportare gli ospedali pugliesi o di altre regioni, accogliendo anche i malati contagiosi che potrebbero arrivare via mare o per via aerea: purtroppo i continui tagli lo hanno trasformato in un guscio vuoto, con interi padiglioni che sono ormai solo stanzoni vuoti, privi anche dei vecchi letti risalenti agli anni '40 del secolo scorso, venduti come ferro vecchio.
Tornando all'attuale governo di sinistra, data l'attuale emergenza, posto che tutte le operazioni di addestramento della NATO sono state sospese, posto che alcune operazioni militari (leggi: missioni di "pace") erano verosimilmente inutili anche quando sono state approvate (e anche qui parlo per esperienza personale), perchè non richiamare almeno una parte dei tanti reparti attivi all'estero per rischierarli in Italia e, soprattutto, risparmiare qualche soldino? La domanda finale poi, "a che c...o" servono, denota molta ignoranza (oltre al qualunquismo che ho già denunciato) anche della Costituzione e del ruolo che affida alle FF.AA., che servono eccome, se un governo preparato e consapevole decide di utilizzarle.

Questi i miei due centesimi di maledetto euro.


gent.mo, in altri lidi per un intervento del genere saresti stato bannato. Non per le opinini personali che hai, che rispetto, pur non condividendole, ma che ti segnalo non sono fatti; la cosa grave è dare dell'ignorante ad altri utenti qui, ed in particolare al sottoscritto che è il moderatore: mi pare la via più rapida per accorciarsi con merito la permanenza. Nei forumvigono dei regolamenti che alcuni devono far rispettare. Ecco, quello sono io. Il mio intervento voleva essere neutro. Non serviva commentare o controbattere, soprattutto nel modo suddetto. Il mio è un ammonimento, che ti serva da lezione perchè al prossimo insulto si va in cantina. e siccome leggo che sei stato ufficiale dell'esercito, allora questo è un ordine. Punto.
Questo intervento, non entrando nel merito di quanto ho detto, rende manifeste le mie ragioni e conferma quanto ho scritto.
Quanto al resto: certo, puoi bannarmi se credi, il forum è tuo e lo gestisci come meglio ritieni con legittima autorità, naturalmente gli astanti rimarranno liberi di considerare la questione e di farsi una personale opinione in merito, soprattutto sulle parti che ho contrassegnato in neretto..
Infine ricordo, a me stesso innanzitutto, che la Costituzione Italiana, sebbene soggetta ad interpretazioni in tanti, troppi punti, per altri argomenti è ben chiara e conoscerla è inannzitutto un diritto, ma soprattutto un dovere per ogni cittadino italiano.

Mi sa che il messaggio non è passato chiaramente. E allora lo rispiego, prima di chiudere. Il motivo del contendere non è il cosa dici ma il come lo dici. Le tue opinioni sono legittime, non sono fatti, sono solo opinioni, personalmente criticabili, ma sono legittime. Quello che non è corretto è il modo con cui le esprimi, ossia offendendo. Dire a qualcuno che non conosce o non capisce equivale a insultare. Il forum non è mio, ma da anni ormai lo modero e gli astanti, che sono qui dentro da qualche lustro prima di te, conoscono quanto io sia restio ad allontanare e mandare in cantina. Sanno che qui lascio libertà a tutti, tanto è vero che ci sono utenti che hanno idee politiche e non solo diametralmente opposte alle mie, eppure scrivono liberamente e serenamente da anni. Sanno anche però, e dovresti saperlo anche tu, che le regole si rispettano, senza eccezioni. Politica e calcio devono stare fuori perchè scatenano le opposte tifoserie che non sempre brillano per lucidità nelle proprie affermazioni.
- Homo sapiens non urinat in ventum -