Orologico Forum 3.0

prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!

S.M.

  • *****
  • 3929
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #135 il: Giugno 29, 2020, 20:59:33 pm »
Ieri si sono svolte due aste importanti,Antiquorum e Phillips.
Ai prezzi in linea con il mercato attuale della prima si contrappongono quelli assurdi della seconda,spesso per i medesimi orologi.
Come facciamo capire a questi signori che l'anello al naso lo abbiamo eliminato da qualche millennio?
Eh ma è proprio da lì che partono le speculazioni forti. Guarda cosa sta accadendo con journe. Incredibile
Sono chiaramente risultati "adattati","condizionati","guidati",aiutami tu a trovare il termine giusto.

Appositamente falsati?  :D
Non un solo lotto invenduto...
Orologi che si trovano dai concessionari venduti al doppio o al triplo dei prezzi di listino...
Orologi che ieri stesso Antiquorum ha venduto a 70 finiti su Phillips a 190...
E' solo un'altra distorsione del mercato, un ulteriore tentativo (spesso riuscendoci) di falsare la percezione dell'oggetto facendolo apparire più prezioso di quanto non sia in realtà.
Bisognerebbe anche li mandare deserte le aste, ma purtroppo non sempre accade.

Solo l'ultimo si accorgerà a sue spese che la magia è finita.
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Fabrizio Rotoloni (persson)

  • **
  • 73
  • Zenith... 1565...
    • Mostra profilo
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #136 il: Giugno 29, 2020, 23:36:35 pm »
Si, persson se n’è andato, quello che voleva fare per questo Forum lo ha fato anni fa.
Ora ci sono io e perché comprendiate quanto sia importante per me quello che sto per scrivere, lo faró usando il mio Cognome e Nome.
Sembra che debba chiarire un paio di concetti ai miei cari vecchi amici di una volta.
Iniziamo col dire che io sono stato cresciuto ed educato con determinati valori, tra cui la coerenza, l'onestá morale e quella intellettuale e per quel che mi riguarda, valgono sempre, sia per cose frivole che cose di vitale importanza (coerenza appunto).
Questa premessa, magari potrá far meglio comprendere perché l'incoerenza e la mancata onestá mi disturbano enormemente  e non posso permettermi di “passarci sopra o andare oltre”.
Se io fossi un Artigiano onesto  e coerente, uno di quelli che con il suo lavoro sfama la famiglia e manda i figli a scuola, se dovessi operare un aumento di prezzi (possibilissimo per una miriade di circostanze) lo farei appunto con coerenza ed onestá e nel caso un mio potenziale cliente mi contestasse un preventivo, fossi pure in bilico sulla punta del  mondo gli risponderei immediatamente con spiegazioni valide, oggettive e verificabili.
Ma evidentemente, qualcuno questi valori non li possiede e quindi di punto in bianco spara la un prezzo assurdo e dato che parliamo di superfluo, qui mi si vorrebbe dire che neppure dovrebbe valere la pena farsi tante domande e…  si via, chi se ne importa, passiamo oltre e metabolizziamola  in silenzio come una cosa normale, tanto qualche ricco vero comprerá senza problemi, quel prezzo diventerà uno standard  e che problema ci sará se tra qualche anno per tenere al polso al mio orologio dovró legarci uno spago, perché i cinturini sono arrivati a quello che guadagno con due mesi di lavoro? o se mio figlio non potrá mai neppure accarezzare l'idea di acquistare  quello che suo padre, con qualche sacrificio, ha potuto permettersi di avere... del resto mica parliamo di pane? (se rapportiamo questo a tutto il resto del superfluo che inonda quotidianamente le nostre vite il  mio potenziale figliuolo,  giusto  di pane potrá parlare nella sua vita? e in buona parte anche grazie al “ma si, passiamoci sopra ed andiamo oltre” di suo papá).

Come vedete, cari Alessandro e Roberto, questi concetti/valori per me valgono sia per un frivolo ed inutile cinturino "di lusso", quando presenta un incremento di prezzo del 400% (incremento non riscontrabile in nessunissimo bene  di extra-super-iperlusso presente su questo sciagurato pianeta), cosí come la mia coerenza ed onestá non verrebbe meno in casi importantissimi e vitali quali lo “stupro di bambine offerete in spose a 50enni” o “lo sfruttamento del lavoro minorile nelle cave del litio”, ecc. ecc.
Per me, il sarei stato dalla tua parte per questo ma non per quest'altro, quando i valori in campo sono i medesimi  ma cambia soltanto (anche se non di poco)  l'importanza delle circostanze a cui si debbano applicare, non esiste! 
Del resto qui siamo in un forum di orologi, non in quello di Amnesty International, di che dovremmo parlare? e tanto per far capire meglio il concetto, io la massima perizia ed attenzione verso il prossimo, quando sono alla guida cerco di mettercela sia mentre guido un camion (per esigenze importanti) sia quando me ne vado allegramente in ferie al mare (per il superfluo quindi).

Caro Roberto, no la benzina non mi é affatto finita ma vedo con piacere che ti sei rilassato ora, deve essere stata lunga e faticosa la scalata sul vetro che da un cinturino in pelle ti ha fatto arrivare alle morte delle aziende, agli ingiusti tributi ed alle città che non funzionano… Non è che lasciando correre le follie del mercato orologiero ma continuando a trascorrere qui il tempo a parlare di guilloche o platine a ¾  contribuisci alla risoluzione di queste problematiche ( se sono così sentite da te, tanto da tirarle in ballo anche quando non hanno attinenza alcuna con l’argomento discusso).
E tanto che parliamo di attinenza, vorrei darvi una dritta, a te e ad Alessandro,  sulla interpretazione della lingua italiana scritta… sapete cosa hanno grande attinenza ? uno scritto tra parentesi e la frase che immediatamente lo precede! Magari questo ti eviterà di fare inutili “cazziatoni” del tipo magari scrivere meglio no? O essere più chiari è difficile? che più  che mortificare la mia di intelligenza mortificano la tua… ed alla luce di ciò, magari anche l’assunto che sieste stati (ben) in due (i soli due su tutto il forum!) a capire fischi per fiaschi, ti sembrerà meno granitico.

Fansie e Bug04, (credo non ci conosciamo… piacere!) appezzo molto il vostro pensiero ma vorrei rassicurarvi sul fatto che non mi sono perso nulla, tanto meno i miei valori, come potete vedere.

e.m. (Ermanno se non vado errato) quanto ai prezzi dell’asta di Phillips giustamente chiedi: Come facciamo capire a questi signori che l'anello al naso lo abbiamo eliminato da qualche millennio? Bho, tu che dici, la strategia del “ma tanto è solo roba superflua, lusso inutile, si via, va bene e andiamo oltre”… può  funzionare?!?!

Che altro dire? Buona vita a tutti miei cari (senza sarcasmo, davvero!)… anche a te Patrizio… moderatore…  l’avermi appellato “leone” (da tastiera) mi ha fatto un immenso piacere, credimi! (qui un po’ di sarcasmo vedicelo pure).
« Ultima modifica: Giugno 30, 2020, 00:29:35 am da Rotoloni Fabrizio »

Bertroo

  • *****
  • 32906
    • Mostra profilo
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #137 il: Giugno 30, 2020, 00:51:06 am »
Ieri si sono svolte due aste importanti,Antiquorum e Phillips.
Ai prezzi in linea con il mercato attuale della prima si contrappongono quelli assurdi della seconda,spesso per i medesimi orologi.
Come facciamo capire a questi signori che l'anello al naso lo abbiamo eliminato da qualche millennio?
Eh ma è proprio da lì che partono le speculazioni forti. Guarda cosa sta accadendo con journe. Incredibile
Anche il bleu ormai ha toccato quota 40 K


Oramai quella è pura e palese speculazione.
Journe sotto questo punto di vista è il nuovo Patek o Rolex.
Anche se almeno qui, in questi folli valori, c’è molta più sostanza che in una latta come un 62xx e similari.
Posso capire magari i submariner militari tanto tanto, ma certe cose sono follia pura.
Almeno nei Journe c’è sostanza e tanta. Certo un Resonance chiuso a 200k e oltre e solo mera speculazione e nulla più.

Bug04

  • ***
  • 230
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #138 il: Giugno 30, 2020, 02:17:51 am »
Fabrizio (leggo il nome dal tuo nuovo profilo), per quanto mi riguarda ero sincero nel dire che mi pareva un peccato tu fossi andato via (cancellandoti) quando un po’ di quiete arrivava dopo la “tempesta” (sempre con le dovute proporzioni legate all’argomento) in cui è passata questa discussione.
Sul tema specifico in dibattito, non trovo affatto sbagliato quello che dici. Gli aumenti ingiustificati di prezzo su alcuni prodotti (di qualsiasi tipo) mi danno un senso di rabbia perché catalizzano inflazione artificiale, a discapito di tutti.
Ma cosa fare oltre non comprarli e magari farlo presente al commerciante, ove possibile?
Mi sembra che vi sia stata convergenza di tutti su quest’approccio.
Poi, io penso che ci sarà sempre qualcuno che, per rimanere nell’esempio menzionato del 15202 da tempo in fase di bolla, lo comprerà comunque, anche pagandolo un multiplo del listino, non necessariamente perché è un cretino ma perché gli piace quell’orologio e non ritiene che, alla luce delle sue economie, qualche k € in più meriti il suo tempo. Magari per l’acquisto di un bene più costoso (uno yacht, una casa di lusso), il risparmio di qualche centinaio di k € farebbe la differenza per lui è allora farà più attenzione alla spesa. 



Si, persson se n’è andato, quello che voleva fare per questo Forum lo ha fato anni fa.
Ora ci sono io e perché comprendiate quanto sia importante per me quello che sto per scrivere, lo faró usando il mio Cognome e Nome.
Sembra che debba chiarire un paio di concetti ai miei cari vecchi amici di una volta.
Iniziamo col dire che io sono stato cresciuto ed educato con determinati valori, tra cui la coerenza, l'onestá morale e quella intellettuale e per quel che mi riguarda, valgono sempre, sia per cose frivole che cose di vitale importanza (coerenza appunto).
Questa premessa, magari potrá far meglio comprendere perché l'incoerenza e la mancata onestá mi disturbano enormemente  e non posso permettermi di “passarci sopra o andare oltre”.
Se io fossi un Artigiano onesto  e coerente, uno di quelli che con il suo lavoro sfama la famiglia e manda i figli a scuola, se dovessi operare un aumento di prezzi (possibilissimo per una miriade di circostanze) lo farei appunto con coerenza ed onestá e nel caso un mio potenziale cliente mi contestasse un preventivo, fossi pure in bilico sulla punta del  mondo gli risponderei immediatamente con spiegazioni valide, oggettive e verificabili.
Ma evidentemente, qualcuno questi valori non li possiede e quindi di punto in bianco spara la un prezzo assurdo e dato che parliamo di superfluo, qui mi si vorrebbe dire che neppure dovrebbe valere la pena farsi tante domande e…  si via, chi se ne importa, passiamo oltre e metabolizziamola  in silenzio come una cosa normale, tanto qualche ricco vero comprerá senza problemi, quel prezzo diventerà uno standard  e che problema ci sará se tra qualche anno per tenere al polso al mio orologio dovró legarci uno spago, perché i cinturini sono arrivati a quello che guadagno con due mesi di lavoro? o se mio figlio non potrá mai neppure accarezzare l'idea di acquistare  quello che suo padre, con qualche sacrificio, ha potuto permettersi di avere... del resto mica parliamo di pane? (se rapportiamo questo a tutto il resto del superfluo che inonda quotidianamente le nostre vite il  mio potenziale figliuolo,  giusto  di pane potrá parlare nella sua vita? e in buona parte anche grazie al “ma si, passiamoci sopra ed andiamo oltre” di suo papá).

Come vedete, cari Alessandro e Roberto, questi concetti/valori per me valgono sia per un frivolo ed inutile cinturino "di lusso", quando presenta un incremento di prezzo del 400% (incremento non riscontrabile in nessunissimo bene  di extra-super-iperlusso presente su questo sciagurato pianeta), cosí come la mia coerenza ed onestá non verrebbe meno in casi importantissimi e vitali quali lo “stupro di bambine offerete in spose a 50enni” o “lo sfruttamento del lavoro minorile nelle cave del litio”, ecc. ecc.
Per me, il sarei stato dalla tua parte per questo ma non per quest'altro, quando i valori in campo sono i medesimi  ma cambia soltanto (anche se non di poco)  l'importanza delle circostanze a cui si debbano applicare, non esiste! 
Del resto qui siamo in un forum di orologi, non in quello di Amnesty International, di che dovremmo parlare? e tanto per far capire meglio il concetto, io la massima perizia ed attenzione verso il prossimo, quando sono alla guida cerco di mettercela sia mentre guido un camion (per esigenze importanti) sia quando me ne vado allegramente in ferie al mare (per il superfluo quindi).

Caro Roberto, no la benzina non mi é affatto finita ma vedo con piacere che ti sei rilassato ora, deve essere stata lunga e faticosa la scalata sul vetro che da un cinturino in pelle ti ha fatto arrivare alle morte delle aziende, agli ingiusti tributi ed alle città che non funzionano… Non è che lasciando correre le follie del mercato orologiero ma continuando a trascorrere qui il tempo a parlare di guilloche o platine a ¾  contribuisci alla risoluzione di queste problematiche ( se sono così sentite da te, tanto da tirarle in ballo anche quando non hanno attinenza alcuna con l’argomento discusso).
E tanto che parliamo di attinenza, vorrei darvi una dritta, a te e ad Alessandro,  sulla interpretazione della lingua italiana scritta… sapete cosa hanno grande attinenza ? uno scritto tra parentesi e la frase che immediatamente lo precede! Magari questo ti eviterà di fare inutili “cazziatoni” del tipo magari scrivere meglio no? O essere più chiari è difficile? che più  che mortificare la mia di intelligenza mortificano la tua… ed alla luce di ciò, magari anche l’assunto che sieste stati (ben) in due (i soli due su tutto il forum!) a capire fischi per fiaschi, ti sembrerà meno granitico.

Fansie e Bug04, (credo non ci conosciamo… piacere!) appezzo molto il vostro pensiero ma vorrei rassicurarvi sul fatto che non mi sono perso nulla, tanto meno i miei valori, come potete vedere.

e.m. (Ermanno se non vado errato) quanto ai prezzi dell’asta di Phillips giustamente chiedi: Come facciamo capire a questi signori che l'anello al naso lo abbiamo eliminato da qualche millennio? Bho, tu che dici, la strategia del “ma tanto è solo roba superflua, lusso inutile, si via, va bene e andiamo oltre”… può  funzionare?!?!

Che altro dire? Buona vita a tutti miei cari (senza sarcasmo, davvero!)… anche a te Patrizio… moderatore…  l’avermi appellato “leone” (da tastiera) mi ha fatto un immenso piacere, credimi! (qui un po’ di sarcasmo vedicelo pure).

S.M.

  • *****
  • 3929
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #139 il: Giugno 30, 2020, 07:30:24 am »
Fabrizio, concordo su quanto dici ora e su quanto hai detto (non c’è neanche bisogno di ricordarlo), però spero che le contrapposizioni che si sono create con chi non la pensa come te (o meglio noi) ti allontanino dal forum.

Il tuo contributo come quello di tutti gli altri, è prezioso, specialmente su un forum di quattro gatti come questo.

Se un giorno le cose cambieranno, come tutti in fondo speriamo, una piccolissima parte del merito sarà anche di questo forum e di persone come te che non si sono piegate alle logiche del massimo profitto.

Non mollare, urla sempre ai quattro venti che un cinturino non può costare 200€, un solo tempo in acciaio (e manco fatto troppo bene) 26k, un submariner essere aumentato di 4 volte in pochi anni.....
Può essere che qualcuno ti ascolti...
« Ultima modifica: Giugno 30, 2020, 07:33:40 am da S.M. »
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7100
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #140 il: Giugno 30, 2020, 08:01:25 am »
Si, persson se n’è andato, quello che voleva fare per questo Forum lo ha fato anni fa.
Ora ci sono io e perché comprendiate quanto sia importante per me quello che sto per scrivere, lo faró usando il mio Cognome e Nome.
Sembra che debba chiarire un paio di concetti ai miei cari vecchi amici di una volta.
Iniziamo col dire che io sono stato cresciuto ed educato con determinati valori, tra cui la coerenza, l'onestá morale e quella intellettuale e per quel che mi riguarda, valgono sempre, sia per cose frivole che cose di vitale importanza (coerenza appunto).
Questa premessa, magari potrá far meglio comprendere perché l'incoerenza e la mancata onestá mi disturbano enormemente  e non posso permettermi di “passarci sopra o andare oltre”.
Se io fossi un Artigiano onesto  e coerente, uno di quelli che con il suo lavoro sfama la famiglia e manda i figli a scuola, se dovessi operare un aumento di prezzi (possibilissimo per una miriade di circostanze) lo farei appunto con coerenza ed onestá e nel caso un mio potenziale cliente mi contestasse un preventivo, fossi pure in bilico sulla punta del  mondo gli risponderei immediatamente con spiegazioni valide, oggettive e verificabili.
Ma evidentemente, qualcuno questi valori non li possiede e quindi di punto in bianco spara la un prezzo assurdo e dato che parliamo di superfluo, qui mi si vorrebbe dire che neppure dovrebbe valere la pena farsi tante domande e…  si via, chi se ne importa, passiamo oltre e metabolizziamola  in silenzio come una cosa normale, tanto qualche ricco vero comprerá senza problemi, quel prezzo diventerà uno standard  e che problema ci sará se tra qualche anno per tenere al polso al mio orologio dovró legarci uno spago, perché i cinturini sono arrivati a quello che guadagno con due mesi di lavoro? o se mio figlio non potrá mai neppure accarezzare l'idea di acquistare  quello che suo padre, con qualche sacrificio, ha potuto permettersi di avere... del resto mica parliamo di pane? (se rapportiamo questo a tutto il resto del superfluo che inonda quotidianamente le nostre vite il  mio potenziale figliuolo,  giusto  di pane potrá parlare nella sua vita? e in buona parte anche grazie al “ma si, passiamoci sopra ed andiamo oltre” di suo papá).

Come vedete, cari Alessandro e Roberto, questi concetti/valori per me valgono sia per un frivolo ed inutile cinturino "di lusso", quando presenta un incremento di prezzo del 400% (incremento non riscontrabile in nessunissimo bene  di extra-super-iperlusso presente su questo sciagurato pianeta), cosí come la mia coerenza ed onestá non verrebbe meno in casi importantissimi e vitali quali lo “stupro di bambine offerete in spose a 50enni” o “lo sfruttamento del lavoro minorile nelle cave del litio”, ecc. ecc.
Per me, il sarei stato dalla tua parte per questo ma non per quest'altro, quando i valori in campo sono i medesimi  ma cambia soltanto (anche se non di poco)  l'importanza delle circostanze a cui si debbano applicare, non esiste! 
Del resto qui siamo in un forum di orologi, non in quello di Amnesty International, di che dovremmo parlare? e tanto per far capire meglio il concetto, io la massima perizia ed attenzione verso il prossimo, quando sono alla guida cerco di mettercela sia mentre guido un camion (per esigenze importanti) sia quando me ne vado allegramente in ferie al mare (per il superfluo quindi).

Caro Roberto, no la benzina non mi é affatto finita ma vedo con piacere che ti sei rilassato ora, deve essere stata lunga e faticosa la scalata sul vetro che da un cinturino in pelle ti ha fatto arrivare alle morte delle aziende, agli ingiusti tributi ed alle città che non funzionano… Non è che lasciando correre le follie del mercato orologiero ma continuando a trascorrere qui il tempo a parlare di guilloche o platine a ¾  contribuisci alla risoluzione di queste problematiche ( se sono così sentite da te, tanto da tirarle in ballo anche quando non hanno attinenza alcuna con l’argomento discusso).
E tanto che parliamo di attinenza, vorrei darvi una dritta, a te e ad Alessandro,  sulla interpretazione della lingua italiana scritta… sapete cosa hanno grande attinenza ? uno scritto tra parentesi e la frase che immediatamente lo precede! Magari questo ti eviterà di fare inutili “cazziatoni” del tipo magari scrivere meglio no? O essere più chiari è difficile? che più  che mortificare la mia di intelligenza mortificano la tua… ed alla luce di ciò, magari anche l’assunto che sieste stati (ben) in due (i soli due su tutto il forum!) a capire fischi per fiaschi, ti sembrerà meno granitico.

Fansie e Bug04, (credo non ci conosciamo… piacere!) appezzo molto il vostro pensiero ma vorrei rassicurarvi sul fatto che non mi sono perso nulla, tanto meno i miei valori, come potete vedere.

e.m. (Ermanno se non vado errato) quanto ai prezzi dell’asta di Phillips giustamente chiedi: Come facciamo capire a questi signori che l'anello al naso lo abbiamo eliminato da qualche millennio? Bho, tu che dici, la strategia del “ma tanto è solo roba superflua, lusso inutile, si via, va bene e andiamo oltre”… può  funzionare?!?!

Che altro dire? Buona vita a tutti miei cari (senza sarcasmo, davvero!)… anche a te Patrizio… moderatore…  l’avermi appellato “leone” (da tastiera) mi ha fatto un immenso piacere, credimi! (qui un po’ di sarcasmo vedicelo pure).

Magari hai ragione su tutto, cerco anch'io si essere sempre coerente ma davvero non riesco ad assimilare gli orologi che da cinquant'anni ho sempre considerato un gioco, un hobby un diversivo alle cose serie della vita.
Quindi confermo che francamente me ne frego degli aumenti e se domani mio figlio (diciamo i miei nipoti che i miei figli sono già grandi e gli orologi usano i Garmin e gli Apple Watch) non potranno permettersi un orologio come me lo sono potuto permettere io, se ne faranno una ragione come io me ne sono fatta una non potendo aver avuto mai una Ferrari.
Mi scuso comunque per i malintesi, ed a pensarci bene credo che cambierò anch'io il nick con il mio vero nome.

Bertroo

  • *****
  • 32906
    • Mostra profilo
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #141 il: Giugno 30, 2020, 08:16:10 am »
Si, persson se n’è andato, quello che voleva fare per questo Forum lo ha fato anni fa.
Ora ci sono io e perché comprendiate quanto sia importante per me quello che sto per scrivere, lo faró usando il mio Cognome e Nome.
Sembra che debba chiarire un paio di concetti ai miei cari vecchi amici di una volta.
Iniziamo col dire che io sono stato cresciuto ed educato con determinati valori, tra cui la coerenza, l'onestá morale e quella intellettuale e per quel che mi riguarda, valgono sempre, sia per cose frivole che cose di vitale importanza (coerenza appunto).
Questa premessa, magari potrá far meglio comprendere perché l'incoerenza e la mancata onestá mi disturbano enormemente  e non posso permettermi di “passarci sopra o andare oltre”.
Se io fossi un Artigiano onesto  e coerente, uno di quelli che con il suo lavoro sfama la famiglia e manda i figli a scuola, se dovessi operare un aumento di prezzi (possibilissimo per una miriade di circostanze) lo farei appunto con coerenza ed onestá e nel caso un mio potenziale cliente mi contestasse un preventivo, fossi pure in bilico sulla punta del  mondo gli risponderei immediatamente con spiegazioni valide, oggettive e verificabili.
Ma evidentemente, qualcuno questi valori non li possiede e quindi di punto in bianco spara la un prezzo assurdo e dato che parliamo di superfluo, qui mi si vorrebbe dire che neppure dovrebbe valere la pena farsi tante domande e…  si via, chi se ne importa, passiamo oltre e metabolizziamola  in silenzio come una cosa normale, tanto qualche ricco vero comprerá senza problemi, quel prezzo diventerà uno standard  e che problema ci sará se tra qualche anno per tenere al polso al mio orologio dovró legarci uno spago, perché i cinturini sono arrivati a quello che guadagno con due mesi di lavoro? o se mio figlio non potrá mai neppure accarezzare l'idea di acquistare  quello che suo padre, con qualche sacrificio, ha potuto permettersi di avere... del resto mica parliamo di pane? (se rapportiamo questo a tutto il resto del superfluo che inonda quotidianamente le nostre vite il  mio potenziale figliuolo,  giusto  di pane potrá parlare nella sua vita? e in buona parte anche grazie al “ma si, passiamoci sopra ed andiamo oltre” di suo papá).

Come vedete, cari Alessandro e Roberto, questi concetti/valori per me valgono sia per un frivolo ed inutile cinturino "di lusso", quando presenta un incremento di prezzo del 400% (incremento non riscontrabile in nessunissimo bene  di extra-super-iperlusso presente su questo sciagurato pianeta), cosí come la mia coerenza ed onestá non verrebbe meno in casi importantissimi e vitali quali lo “stupro di bambine offerete in spose a 50enni” o “lo sfruttamento del lavoro minorile nelle cave del litio”, ecc. ecc.
Per me, il sarei stato dalla tua parte per questo ma non per quest'altro, quando i valori in campo sono i medesimi  ma cambia soltanto (anche se non di poco)  l'importanza delle circostanze a cui si debbano applicare, non esiste! 
Del resto qui siamo in un forum di orologi, non in quello di Amnesty International, di che dovremmo parlare? e tanto per far capire meglio il concetto, io la massima perizia ed attenzione verso il prossimo, quando sono alla guida cerco di mettercela sia mentre guido un camion (per esigenze importanti) sia quando me ne vado allegramente in ferie al mare (per il superfluo quindi).

Caro Roberto, no la benzina non mi é affatto finita ma vedo con piacere che ti sei rilassato ora, deve essere stata lunga e faticosa la scalata sul vetro che da un cinturino in pelle ti ha fatto arrivare alle morte delle aziende, agli ingiusti tributi ed alle città che non funzionano… Non è che lasciando correre le follie del mercato orologiero ma continuando a trascorrere qui il tempo a parlare di guilloche o platine a ¾  contribuisci alla risoluzione di queste problematiche ( se sono così sentite da te, tanto da tirarle in ballo anche quando non hanno attinenza alcuna con l’argomento discusso).
E tanto che parliamo di attinenza, vorrei darvi una dritta, a te e ad Alessandro,  sulla interpretazione della lingua italiana scritta… sapete cosa hanno grande attinenza ? uno scritto tra parentesi e la frase che immediatamente lo precede! Magari questo ti eviterà di fare inutili “cazziatoni” del tipo magari scrivere meglio no? O essere più chiari è difficile? che più  che mortificare la mia di intelligenza mortificano la tua… ed alla luce di ciò, magari anche l’assunto che sieste stati (ben) in due (i soli due su tutto il forum!) a capire fischi per fiaschi, ti sembrerà meno granitico.

Fansie e Bug04, (credo non ci conosciamo… piacere!) appezzo molto il vostro pensiero ma vorrei rassicurarvi sul fatto che non mi sono perso nulla, tanto meno i miei valori, come potete vedere.

e.m. (Ermanno se non vado errato) quanto ai prezzi dell’asta di Phillips giustamente chiedi: Come facciamo capire a questi signori che l'anello al naso lo abbiamo eliminato da qualche millennio? Bho, tu che dici, la strategia del “ma tanto è solo roba superflua, lusso inutile, si via, va bene e andiamo oltre”… può  funzionare?!?!

Che altro dire? Buona vita a tutti miei cari (senza sarcasmo, davvero!)… anche a te Patrizio… moderatore…  l’avermi appellato “leone” (da tastiera) mi ha fatto un immenso piacere, credimi! (qui un po’ di sarcasmo vedicelo pure).

Magari hai ragione su tutto, cerco anch'io si essere sempre coerente ma davvero non riesco ad assimilare gli orologi che da cinquant'anni ho sempre considerato un gioco, un hobby un diversivo alle cose serie della vita.
Quindi confermo che francamente me ne frego degli aumenti e se domani mio figlio (diciamo i miei nipoti che i miei figli sono già grandi e gli orologi usano i Garmin e gli Apple Watch) non potranno permettersi un orologio come me lo sono potuto permettere io, se ne faranno una ragione come io me ne sono fatta una non potendo aver avuto mai una Ferrari.
Mi scuso comunque per i malintesi, ed a pensarci bene credo che cambierò anch'io il nick con il mio vero nome.

Esattamente.
Per il resto faccio come con i Patek...vado avanti!
« Ultima modifica: Giugno 30, 2020, 21:50:32 pm da Bertroo »

Patrizio

  • *****
  • 15611
  • Homo sapiens non urinat in ventum
    • MSN Messenger - patmonfa@hotmail.com
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #142 il: Giugno 30, 2020, 14:23:46 pm »
Fabrizio, nessuno ti ha dato del leone da tastiera. Non ti ricordavo cosi permaloso. Ho scritto che hai fatto un'entrata da leone ma che poi di fronte agli argomenti dei tuoi colleghi te ne sei anche andato. Tutto qui. Il forum cui tu ha dato tanto, è rimasto il luogo in cui si possono esprimere le proprie opinioni ed in cui si può discutere di tutto senza preconcetti. Forse ti aspettavi un coro di plauso ai tuoi commenti. Ma qui si dibatte su tutto. Con rispetto sempre e senza alzare i toni più del.dovuto. Tu sei umbro ma se ti faccio questo esempio lo capisci. Io faccio come le forze dell'ordine durante il palio. Se due contrade si vogliono menare, li faccio prima stancare e poi intervengo. Quante discussioni anche aspre ci sono state qui? Molte. Se si esagera e si tirano fuori i bastoni io intervengo ma se uno la pensa diversamente da te ed argomenta lascio fare. Nessuno mette in dubbio i tuoi valori, ma tutti possono mettere in dubbio le tue opinioni. È la.regola della casa da quando la modero io cioè ormai dai diversi annetti.
- Homo sapiens non urinat in ventum -


Airangel

  • *****
  • 48907
  • Spambuster
    • Mostra profilo
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #143 il: Giugno 30, 2020, 15:47:03 pm »
Fabrizio.....che dire....è passato davvero un secolo, bentornato! spero che tu e la tua famiglia stiate bene e che la vita nel frattempo ti abbia dato delle soddisfazioni!
ricordo la tua competenza, la tua passione per questo mondo ed il tuo affetto per il forum.....ti abbraccio forte!!

Patrizio

  • *****
  • 15611
  • Homo sapiens non urinat in ventum
    • MSN Messenger - patmonfa@hotmail.com
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #144 il: Giugno 30, 2020, 15:54:38 pm »
ecco hai risvegliato l'orso dal letargo
- Homo sapiens non urinat in ventum -


Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7100
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #145 il: Giugno 30, 2020, 16:59:35 pm »
Fabrizio.....che dire....è passato davvero un secolo, bentornato! spero che tu e la tua famiglia stiate bene e che la vita nel frattempo ti abbia dato delle soddisfazioni!
ricordo la tua competenza, la tua passione per questo mondo ed il tuo affetto per il forum.....ti abbraccio forte!!

Lui è tornato ed ha dato il buon esempio. ma tu?

PESSOA67

  • *****
  • 1413
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #146 il: Giugno 30, 2020, 17:06:11 pm »
Vi faccio il mio esempio...dal 1985 anno del mio primo Rolex per i miei 18 anni ho sempre bazzicato questo mondo...compra...compra...vendi e compra e vendi e compra....su e giù secondo i miei gusti; gusti non lo nego influenzati dalle riviste, dal mondo intorno a me...alla base sempre una ricerca per gli oggetti belli...l'acciaio ma anche l'oro...ho avuto Breitling Cartier AP Breguet Eberhard PP JLC...mai avuto un Daytona perchè quando ho iniziato a guardarlo costava credo 8k eur....per me non li valeva....

Oggi....difronte alle quotazioni attuali credo non riuscirò più a comprare quasi nulla di rilevante....per prima cosa perchè il mio parametro di spesa interno si è spezzato...come qui leggo per alcuni è rimasto quasi scandalizzato dall'impennata dei prezzi diciamo degli ultimi 5-8 anni. Parametro che può anche non coincidere volendo con le mie possibilità di spesa reali ma che mi porta ad allontanarmi inevitabilmente da questo mondo, purtroppo questo è il risultato finale...
Ieri parlavo con il mio orologiaio 80enne...e di cosa si parlava? Dello stop alle forniture del gruppo Swatch...guarda caso...
Quindi quanto trattato in questo post a mio modo di vedere è un argomento molto molto importante per l'orologeria, per gli appassionati, non è un argomento semplice, credetemi..

Un caro saluto
Roberto

Bertroo

  • *****
  • 32906
    • Mostra profilo
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #147 il: Giugno 30, 2020, 17:07:14 pm »
Fabrizio.....che dire....è passato davvero un secolo, bentornato! spero che tu e la tua famiglia stiate bene e che la vita nel frattempo ti abbia dato delle soddisfazioni!
ricordo la tua competenza, la tua passione per questo mondo ed il tuo affetto per il forum.....ti abbraccio forte!!

Anvedi oh! Che emozione!!!

Fabrizio Rotoloni (persson)

  • **
  • 73
  • Zenith... 1565...
    • Mostra profilo
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #148 il: Giugno 30, 2020, 22:15:01 pm »
Angelooooo!!!! ma ciao! se tutto sto casino che ho combinato é servito a questo...vivadio!
Si sto molto bene sia io che la mia famiglia!, grazie mille, spero lo steso valga per te.
La vita mi sta dando soddisfazioni? si fortunatamente, almeno dal punto di vista del lavoro, perché da un paio di anni ho vinto un concorso pubblico ed ora sono un operatore ecologico, che guida il suo camietto 6 ore e vanti al giorno, senza grossi problemi e pensieri (come direbbe Checco Zalone "c'ho il posto fisso!" :D) .
Come vedi ho fatto casino e devo ancora sciogliere qualche nodo, uno in particolare, che mi pesa (poi continuiamo a parlare di tutto il resto... tanto resti, no?!  ;)).
partiamo con ordine:

Alessandro, non c'é bisogno di scusarsi, di nulla... non siamo automi ed bello non essere "fatti con lo stampo", come é bello, far conoscere le proprie idee e rispettare quelle altrui. considerando poi che anche dalla peggior litigata, e non é assolutamente questo il caso, si puó ottenere sempre qualcosa di positivo... che magari in altro modo non sarebbe mai venuto fuori. Tutto ok, giusto?  ;)

Bug04 (mi spiace non so il tuo nome, ma é un enorme piacere essere chiamato per nome da te) non ho mai dubitato sulla tua sinceritá o sulla buona battuta, piacevolmente simpatica e per nulla offensiva di Fansie... come dicevo non credo ci conosciamo direttamente ma é un piacere trovarvi qui.

Stefano (S.M. spero di non aver sbagliato il nome)... grazie per l'incoraggiamento! cercheró di non deluderti.  ;)

Patrizio, ti chiedo scusa. Come vedi anche io in momenti emozionali perdo la lucidità, oltre al mio carattere che non é dei migliori, anche io sono voluto convincere di vedere cose che non esistevano ed ho dato alle tue parole un senso che non gli apparteneva... spero accetterai le mie scuse, mi spiace profondamente, sul serio.
p.s. ti assicuro che mai nella vita vorrei aspettarmi un coro di plauso perché se mai dovesse accadere, vorrebbe dire che qualcosa non va bene.  ;)

Roberto, a me non é mai piaciuto lasciare le cose in sospeso e da un certo punto in poi, io e te abbiamo iniziato a "puntarci" immotivatamente... ascolta, ricominciamo da capo.
La prima riflessione di Stefano mi ha trovato in completo accordo e nonostante i termini "espliciti" non mi ha assolutamente fatto pensare ad una qualsivoglia di offesa verso nessuno che frequenti questo forum, ad un certo punto infatti ho avuto il sospetto e la paura di aver involontariamente aperto vecchie ferite che non conoscevo... del resto anche io ho scritto riguardo al 15202 sapendo che qualcuno qui lo possiede "spero non vi siate dovuti svenare per averlo" (non ho detto, spero non abbiate perso il senno per averlo).
A stupirmi invece é stata la tua reazione a quelle parole, come se ti avessero punto sul vivo... e per me questo é ancora inspiegabile, anche se tu fossi stato uno di quegli acquirenti che ha acquistato un 15202 a 40.000 euro... ti spiego il perché di questo e lo faró raccontandoti una cosa che non mi ero certo dimenticato ma che da tanto non mi tornava in mente.
Io il mio orologio lo ho comprato il 28 maggio del 2004, era un venerdí (puoi verificare) e ti garantisco che quella mattina quando ho aperto gli occhi, tutto avrei pensato potesse succedere ma non che quello sarebbe stato il giorno nel quale avrei coronato un desiderio che sentivo da decenni.
Io vivevo a Perugia ed il venerdí sera tornavo dai miei a Montefalco, e quel giorno dopo aver ritirato l'orologio li avevo avvertiti dell'acquisto (per semplice informazione, tanto i soldi erano i miei  :D)
Il pomeriggio in ufficio, nonostante lo indossavo avevo da fare e non riuscii a godermelo come avrei voluto, quindi puoi capire, la sera, appena tornato a casa, la prima che feci fu "apparecchiare" il tavolo con la scatola, controscatola, libro di presentazione ed uso e chiaramente orologio. Me lo rimiravo come fosse la cosa piú bella di sto mondo!... Mio padre si era appena fatto la doccia, si avvicinó alla mia seggiola e poggiando un braccio sullo schienale mi chiese e scambiammo le esatte parole che di seguito ti riporto (non essendo un discorso molto articolato, lo ricordo perfettamente)
- é questo l'orologio che hai comprato?
- si.
- quanto costa?
- 6.600 euro.
- tu sei scemo!
e prese le scale ed andó a dormire.
Ti prego di credermi se ti dico che ne ora ripensandoci, ne tanto meno in quel preciso momento io mi sono sentito minimamente offeso da quelle considerazioni e sai perché? per questi due motivi.
Il primo é che in fondo in fondo, un po' aveva ragione... non potevo mentire a me stesso.
La seconda invece é che se avesse voluto approfondire il perché di quella follia, avrei avuto argomenti da offrire, convinzioni, conoscenze, che magari per lui erano nulla ma per me erano tanto bastava ed avanzava per sapere che avevo fatto la cosa giusta!
Tu non sei uno stupido, e sei una persona competente, che argomenta e quando prende una decisione lo fa con cognizione di causa, giusto? (siamo sempre al solito punto, coerenza ed onestá intellettuale) e allora perché sentirsi offesi a fronte di una considerazione fatta ed indirizzata a chi evidentemente competenze non ne ha?
Tu non sei un arricchito ignorante come il personaggio di Verdone "o famo strano" nel film Viaggi di nozze o qualcuno che deve guadagnarsi la stima del mondo "perbene" (rammenti il riferimento che avevo fatto? Rolex e Casamonica?) e quindi hanno bisogno, entrambi, chi per una vicissitudine che per l'altra, di simboli di un tempo (Rolex degli anni 80, non di adesso che tutti possono comprare, e costino quello che costino) per far credere alla nuovo mondo in cui ora navigano che ne appartengono da sempre.
Tu sei un appassionato, competente e se avessi comprato un 6263 a 60.000 euro o un 15202 a 40.000 con tutta la tranquillitá del mondo alla considerazione di Stefano avresti potuto rispondere: "Io un RO a quella cifra ho deciso di comprarlo per questo questo e questo, gli altri se lo fanno senza alcuna competenza ma per seguire una moda costruita e perché possono, saranno poco intelligenti, ma é un problema loro".
E allora? perché prendersela per una cosa che non ti riguarda?
Non ti sto chiedendo spiegazioni, spero solo di averti offerto uno spunto di riflessione, che serva per scusarmi per tutto quello che c'é stato dopo.
« Ultima modifica: Giugno 30, 2020, 22:48:11 pm da Rotoloni Fabrizio »

Fabrizio Rotoloni (persson)

  • **
  • 73
  • Zenith... 1565...
    • Mostra profilo
Re:prezzi... inflazione o pazzie?!?!?!
« Risposta #149 il: Giugno 30, 2020, 22:34:17 pm »
Vi faccio il mio esempio......

Un caro saluto
Roberto

Testimonianza preziosissima la tua, grazie per averla condivisa.
Oggi é arrivato il cinturino acquistao sulla baia... sambra davvero ben fatto e di ottima qualitá al tatto ed alla vista... come si comporterá lo dirá il tempo ma non presto, perché quello che c'é adesso, comprato anni fa de questi signori a cui ho richiesto il preventivo é ancora in ottime condizioni.
Vi allego un paio di foto (tra un po' che le scato con il telefono e la carico da li)... il rammarico comunque resta perché fino a qualche giorno fa sapevo che per questi "materiali di consumo" avevo una sorta di lido sicuro... i loro cinturini mi hanno sempre soddisfatto ed il prezzo era equo, adeguato per me ed evidentemente per loro, dato che era fatto prorpio da loro.
Da adesso in poi dovró o tentare la fortuna, perché questo arrivato oggi é l'unico disponibile di un venditore che ne ha parecchi ma ognuno singolo pezzo di un diverso colore, probabilmente un campionario espositivo... quindi oggi é andata bene ma un domani? bho... o mettermi in cerca di altri artigiani... intellettualmente onesti e coerenti... vedremo.