Orologico Forum 3.0

Consiglio per cronografo automatico

Fabrizio Rotoloni (persson)

  • ****
  • 297
  • Zenith... 1565...
    • Mostra profilo
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #15 il: Agosto 25, 2020, 00:22:42 am »
A me, la versione che piace di più, è questa:
Questo però dovrebbe essere il 42mm, con i contatori che si sovrappongono molto, tagliando parte delle scale di riferimento ed impedendo quindi in quelle zone la lettura del dato rilevato...
Una cosa che personalmente mi manda in bestia!
Che teste che c'hanno oh! :(

Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7179
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #16 il: Agosto 25, 2020, 08:14:18 am »
A me, la versione che piace di più, è questa:

Questo ce l'ho pure io nella versione a tiratura limitata per op ma secondo me è la peggiore.
I contatori sovrapposti sono una bestemmia perché il crono di fatto è inutilizzabile.

S.M.

  • *****
  • 3988
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #17 il: Agosto 25, 2020, 09:15:23 am »
Concordo.
Orologio globalmente piacevole, sarebbe bastato fare i contatori leggermente più piccoli per non farli sovrapporre ma al limite solo toccarsi.

Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Fabrizio Rotoloni (persson)

  • ****
  • 297
  • Zenith... 1565...
    • Mostra profilo
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #18 il: Agosto 25, 2020, 09:36:19 am »
Ma infatti esiste, paradossalmente è il 38mm di diametro, eccolo

Edit, al costo però di rinunciare alla suddivisione nella scala secondi crono delle tacche dei due decimi, che sul 42mm c'è.
« Ultima modifica: Agosto 30, 2020, 20:24:32 pm da Fabrizio Rotoloni (persson) »

S.M.

  • *****
  • 3988
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #19 il: Agosto 25, 2020, 09:49:54 am »
Molto molto meglio.
Questo è bello
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Fabrizio Rotoloni (persson)

  • ****
  • 297
  • Zenith... 1565...
    • Mostra profilo
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #20 il: Agosto 25, 2020, 10:04:12 am »
Assolutamente!
Ci avessero fatto il rattrapante così ne avrebbero venduti a palate... +1, il mio...

fansie

  • *****
  • 2570
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #21 il: Agosto 25, 2020, 12:39:11 pm »
Ma infatti esiste, paradossalmente è il 38mm di diametro, eccolo

Sì, intendevo questo.
Ho postato la foto sbagliata.
Federico

Errol

  • *****
  • 3482
    • Mostra profilo
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #22 il: Agosto 25, 2020, 13:27:38 pm »
Io non lo sapevo che L'El Primero originale avesse tutti i contatori blu.

Questo è L'Habring2 con azionamento dalla corona.

https://youtu.be/NHat4FNKqts

Grazie! Non lo conoscevo, idea notevole, in questo video si vede meglio il funzionamento... Smistamento funzioni crono ed azzeramento da unico comando senza la limitante sequenzialità imposta dai monopulsanti.
Chiaramente non c'è ruota a colonne e il calibro non da un gran senso di qualità nei componenti e nelle finiture ma l'idea e la soluzione inventata sono davvero notevoli!

Per l'El Primero, no infatti l'originale  aveva i tre contatori nei tre toni di grigio... Il blu, come puoi leggere dal link del sito ufficiale era un quadrante prototipo mai entrato in produzione, "miracolosamente ritrovato" in una vecchia scatolina, nel famoso attico dove il Sig. Vermont avrebbe nascosto tutto quel materiale nel periodo di "pazzia del quarzo".

idea notevole ma praticamente inutilizzabile con l'orologio al polso.
già tutti i produttori sconsigliano di caricare e rimettere l'orologio da indossato ma di sfilarlo per non determinare tensioni sull'albero di carica, questo peraltro richiede uno sforzo micidiale specie per la rimessa a zero.
mi sembra un oggetto inutile
        

Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #23 il: Agosto 25, 2020, 13:32:53 pm »
Io non lo sapevo che L'El Primero originale avesse tutti i contatori blu.

Questo è L'Habring2 con azionamento dalla corona.

https://youtu.be/NHat4FNKqts

Grazie! Non lo conoscevo, idea notevole, in questo video si vede meglio il funzionamento... Smistamento funzioni crono ed azzeramento da unico comando senza la limitante sequenzialità imposta dai monopulsanti.
Chiaramente non c'è ruota a colonne e il calibro non da un gran senso di qualità nei componenti e nelle finiture ma l'idea e la soluzione inventata sono davvero notevoli!

Per l'El Primero, no infatti l'originale  aveva i tre contatori nei tre toni di grigio... Il blu, come puoi leggere dal link del sito ufficiale era un quadrante prototipo mai entrato in produzione, "miracolosamente ritrovato" in una vecchia scatolina, nel famoso attico dove il Sig. Vermont avrebbe nascosto tutto quel materiale nel periodo di "pazzia del quarzo".

idea notevole ma praticamente inutilizzabile con l'orologio al polso.
già tutti i produttori sconsigliano di caricare e rimettere l'orologio da indossato ma di sfilarlo per non determinare tensioni sull'albero di carica, questo peraltro richiede uno sforzo micidiale specie per la rimessa a zero.
mi sembra un oggetto inutile


effettivamente..

S.M.

  • *****
  • 3988
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #24 il: Agosto 25, 2020, 14:00:58 pm »
Io non lo sapevo che L'El Primero originale avesse tutti i contatori blu.

Questo è L'Habring2 con azionamento dalla corona.

https://youtu.be/NHat4FNKqts

Grazie! Non lo conoscevo, idea notevole, in questo video si vede meglio il funzionamento... Smistamento funzioni crono ed azzeramento da unico comando senza la limitante sequenzialità imposta dai monopulsanti.
Chiaramente non c'è ruota a colonne e il calibro non da un gran senso di qualità nei componenti e nelle finiture ma l'idea e la soluzione inventata sono davvero notevoli!

Per l'El Primero, no infatti l'originale  aveva i tre contatori nei tre toni di grigio... Il blu, come puoi leggere dal link del sito ufficiale era un quadrante prototipo mai entrato in produzione, "miracolosamente ritrovato" in una vecchia scatolina, nel famoso attico dove il Sig. Vermont avrebbe nascosto tutto quel materiale nel periodo di "pazzia del quarzo".

idea notevole ma praticamente inutilizzabile con l'orologio al polso.
già tutti i produttori sconsigliano di caricare e rimettere l'orologio da indossato ma di sfilarlo per non determinare tensioni sull'albero di carica, questo peraltro richiede uno sforzo micidiale specie per la rimessa a zero.
mi sembra un oggetto inutile


effettivamente..
Si, decisamente una buona idea ma di fatto non utilizzabile ed anzi sconsigliabile con l’orologio al polso.
Poi comunque il calibro Zenith secondo me è superiore.
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

e.m.

  • *****
  • 2270
    • Mostra profilo
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #25 il: Agosto 25, 2020, 14:59:25 pm »
La solita riedizione,che essendo una copia è bella.
Malcostume che coinvolge tutte le marche storiche

Fabrizio Rotoloni (persson)

  • ****
  • 297
  • Zenith... 1565...
    • Mostra profilo
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #26 il: Agosto 25, 2020, 18:17:14 pm »
Bhe per l'El Primero quella, ed alcune altre riedizioni avrebbero avuto molto senso, se fossero state una linea tra altri modelli recenti o nuovi... Aver ridotto il quasi intero catalogo a praticamente riedizioni dei modelli dei primi cinque anni... Non è il massimo...

S.M.

  • *****
  • 3988
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #27 il: Agosto 25, 2020, 19:03:15 pm »
Il problema delle riedizioni, è che non finiscono mai.
Potrei ammettere una riedizione, ma la riedizione della riedizione della riedizione no.

Da un po’ di anni stiamo assistendo (non parlo solo di Zenith) a continue riproposizioni di modelli storici per cercare di ripeterne il successo.
A volte succede che abbiano pure successo, ma non saranno mai come l’originale.

Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Alessandrino Mercuri(alanford)

  • *****
  • 7179
  • Su Orologico dal 2004!
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #28 il: Agosto 25, 2020, 19:47:58 pm »
Il problema delle riedizioni, è che non finiscono mai.
Potrei ammettere una riedizione, ma la riedizione della riedizione della riedizione no.

Da un po’ di anni stiamo assistendo (non parlo solo di Zenith) a continue riproposizioni di modelli storici per cercare di ripeterne il successo.
A volte succede che abbiano pure successo, ma non saranno mai come l’originale.

Il fatto è che Zenith in più di cinquant'anni non ha saputo fare che quel movimento e con quel movimento ci deve campare, che si può inventare intorno sempre al solito movimento?

S.M.

  • *****
  • 3988
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Consiglio per cronografo automatico
« Risposta #29 il: Agosto 25, 2020, 20:15:41 pm »
Non hai torto....
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.