Orologico Forum 3.0

Il calendario perpetuo (e la sua piastra)

Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #45 il: Marzo 16, 2021, 18:04:11 pm »
Allego io questa piastra Jaeger 909 derivato dal 918, doppio bariletto mi pare uno per lo svegliarino, l'altro per le ore prodotto per pochissimi anni nel 2005 con piastre Iwc molto simile, non so bene perché Jaeger si sia rivolta ad Iwc o a chi la produceva se non proprio gemelle, le similitudini sono molte

Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #46 il: Marzo 16, 2021, 18:56:07 pm »
Ovviamente nn sono nessuno ma vedi se riesci a leggere questo :
http://www.orologico.info/index.php?topic=24078.0
Descriverne il funzionamento la vedo davvero ardua Erm.

Considera che ho un articolo del compianto Prof.De Toma che per descrive il modulo perpetuo IWC impiega 12 pagine di giornale, con disegni schemi e spaccati.
Non sono mai riuscito a leggerlo fino in fondo....
Le volte che ho provato mi sono perso dopo poche righe :D
Grazie!
Aggiungo qualche foto rubata di un IWC Novecento Calendario Perpetuo.

S.M.

  • *****
  • 4401
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #47 il: Marzo 16, 2021, 19:00:56 pm »
Allego io questa piastra Jaeger 909 derivato dal 918, doppio bariletto mi pare uno per lo svegliarino, l'altro per le ore prodotto per pochissimi anni nel 2005 con piastre Iwc molto simile, non so bene perché Jaeger si sia rivolta ad Iwc o a chi la produceva se non proprio gemelle, le similitudini sono molte
Questo posso spiegarlo io.

All’epoca dello sviluppo del modulo perpetuo JLC e IWC erano “cugine” in quanto appartenevano allo stesso gruppo Mannesmann.

Il modulo perpetuo IWC progettato da Kurt Klaus ebbe la luce nel 1983. I primi 10 esemplari del Da Vinci con cassa in acciaio non vennero mai messi in commercio ma dati ai manager e tecnici della casa per lunghe prove “su strada”.
La presentazione ufficiale avvenne nel 1985, ben due anni più tardi.

Da allora ha subito solo modesti aggiornamenti (che io sappia alle fasi luna divenute più precise ed al cursore dei secoli).

JLC ha sempre utilizzato la versione senza secoli e credo che la utilizzi anche ora in alcuni modelli.
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

e.m.

  • *****
  • 2915
    • Mostra profilo
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #48 il: Marzo 16, 2021, 19:01:43 pm »
Jaeger ha sempre montato piastre Iwc e la stessa Lange ne ha attinto parecchio

S.M.

  • *****
  • 4401
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #49 il: Marzo 16, 2021, 19:03:24 pm »
Esatto, ho molta bibliografia in merito... tutto sta a ritrovarla (è su antico supporto cartaceo molto poco digital...)
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

e.m.

  • *****
  • 2915
    • Mostra profilo
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #50 il: Marzo 16, 2021, 19:09:21 pm »
Contributi interessanti, ti ringrazio.
Però la discussione nasce proprio per sapere CHI monta COSA, al fine di fare scelte più consapevoli.
Purtroppo avrei voluto nascondere i nomi ma erano presenti e ho dovuto lasciarli
Ci sono nelle immagini le piastre più comuni,quasi tutte.
Credo che ciascuno abbia la possibilità di analizzarle e trarre delle conclusioni .
Conclusioni che almeno per il sottoscritto si estrinsecano nel rapporto qualità-prezzo.

e.m.

  • *****
  • 2915
    • Mostra profilo
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #51 il: Marzo 16, 2021, 19:13:42 pm »
Ho postato la piastra Età,Genta,Roth e quella Patek.
Se qualcuno è in grado di spiegarmi perché dovrei pagare un perpetuo Patek almeno il doppio di un Roth e circa 5 volte un perpetuo Genta mi fa un favore,io se vedo qualcosa di superiore la vedo negli altri e non in Patek

S.M.

  • *****
  • 4401
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #52 il: Marzo 16, 2021, 19:26:00 pm »
In queste due immagini si capisce la modifica al cursore dei secoli, dettata pare da alcune segnalazioni di scorrimento del cursore dritto in caso di forti urti. Hanno risolto con il settore curvo e con la relativa molla a rubino.
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #53 il: Marzo 16, 2021, 21:05:38 pm »
Se possibile riesci a inviarmele via email mi faresti una cortesia in modo da integrare il mio post iniziale
Esatto, ho molta bibliografia in merito... tutto sta a ritrovarla (è su antico supporto cartaceo molto poco digital...)

Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #54 il: Marzo 16, 2021, 21:06:09 pm »
Pungente oggi, perché patek è patek
Ho postato la piastra Età,Genta,Roth e quella Patek.
Se qualcuno è in grado di spiegarmi perché dovrei pagare un perpetuo Patek almeno il doppio di un Roth e circa 5 volte un perpetuo Genta mi fa un favore,io se vedo qualcosa di superiore la vedo negli altri e non in Patek

S.M.

  • *****
  • 4401
  • Cuore verde d'Italia
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #55 il: Marzo 16, 2021, 21:15:39 pm »
Se possibile riesci a inviarmele via email mi faresti una cortesia in modo da integrare il mio post iniziale
Esatto, ho molta bibliografia in merito... tutto sta a ritrovarla (è su antico supporto cartaceo molto poco digital...)
Domani scenderò in garage e cercherò gli articoli sulle vecchie riviste.
Visto che sei un appassionato molto tecnico, vedrò di trovarti anche l’analisi approfondita del Prof. De Toma sul modulo IWC. Sicuramente saprai apprezzarla più di me...
Ciò che non si muove non si usura.......Quello che non c'è non si rompe.

Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #56 il: Marzo 16, 2021, 21:39:48 pm »
Nessun tecnico mi interessa capire queste complicazioni tutti qui, intanto grazie però è molto gradita la cosa.
Se possibile riesci a inviarmele via email mi faresti una cortesia in modo da integrare il mio post iniziale
Esatto, ho molta bibliografia in merito... tutto sta a ritrovarla (è su antico supporto cartaceo molto poco digital...)
Domani scenderò in garage e cercherò gli articoli sulle vecchie riviste.
Visto che sei un appassionato molto tecnico, vedrò di trovarti anche l’analisi approfondita del Prof. De Toma sul modulo IWC. Sicuramente saprai apprezzarla più di me...

tick

  • *****
  • 1508
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #57 il: Marzo 17, 2021, 19:15:14 pm »
Grazie tick,ho provato ma non sono riuscito.

È un bel po che quel sito è sparito, almeno una decina d'anni. Qui ci sono le descrizioni delle complicazioni e qualche immagine, anno 2005. Clicca su learn complications sulla sinistra.
https://web.archive.org/web/20050206232739/http://kelekwatches.com/timepiece_giveaway.html
The quieter you become, the more you can hear

e.m.

  • *****
  • 2915
    • Mostra profilo
Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #58 il: Marzo 18, 2021, 13:41:59 pm »
Grazie ancora.
Anche sul sito si parla di 28 brevetti e nella descrizione dei vari perpetui il concetto e' ribadito.

Re:Il calendario perpetuo (e la sua piastra)
« Risposta #59 il: Aprile 01, 2021, 12:28:35 pm »
Tre interpretazioni dell'orologio da polso con calendario perpetuo di Bucherer.
Immagino che la meccanica utilizzata sia facilmente riconoscibile...